Sfiorata la meritata vittoria per i Pulcini del Ramazzano contro i pari età del Santa Sabina

Torneo Flavio Mariotti

Santa Sabina A – Ramazzano    1-1   (8-0   1-2   4-4)

Solo una grande ed immensa sfortuna, ha privato i giallorossi del Ramazzano di quella che sarebbe stata una più che meritata vittoria contro il Santa Sabina A che vede ridimensionate, e di molto, le ambizioni per giocarsi il Torneo, ed anzi complica notevolmente la vita per il solo passaggio del turno, ad oggi obiettivo molto molto distante. Rosa quasi al completo, con l’assenza del talentoso Dado, e Ramazzano che risponde con una formazione molto competitiva arricchita da un giocatore di grande spessore e valenza, il capitano numero 5 Cedric. Il mister Giacomo, consapevole che il Torneo Mariotti riveste un’importanza capitale per gli ultras della squadra, sceglie una squadra per la prima frazione molto aggressiva ed offensiva. Il sempre più convincente Ale Di Micco Pfaff tra i pali, Panic Room Nicolò a giostrare sulla fascia destra, con Matteone Dribblomania Focaia sul versante opposto e Leo Rombo di Tuono Fifi arciere difensivo. Punta di peso e di ruolo il Tank Filo, in crescita fisica notevole. La prima frazione, per la cronaca, è a senso unico: i ragazzi in maglia giallorossa patiscono l’emozione dell’esordio, il superamento della regola del primo passaggio, la grande voglia di giocare dei rossoblù e capitolano in rapida successione, subendo quattro reti in cinque minuti. Una situazione del genere farebbe piegare le gambe a chiunque, invece i bambini ospiti reagiscono come Tom Cruise in versione Nathan Algren ne ‘L’ultimo samurai’, che viene colpito più volte da Ujio, ma si aggrappa al suo bastone senza mollarlo, con la faccia nel fango, stremato e ridotto a pezzi. Il Ramazzano subisce altre reti, che sembrano relegarlo a ruolo di vittima sacrificale del Tornado Santa Sabina, che costruisce una sorta di Dorothy (direttamente tratto dal film ‘Twister’) che spazza il campo in largo ed in lungo. Prima frazione che termina nettamente a favore dei rossoblù, ma sguardo dei bambini del Ramazzano tutt’altro che dimessi. Si rientra con Ruud Krol Tara di punta, Filo Busquets a sinistra, con Fefo Breitner sul lato opposto. Scheggia Cars Papi baluardo difensivo davanti la ‘Catastrofe’, colui che con l’odierna prestazione si è guadagnato una Stella nella Hall of Fame dei peggiori portieri della storia: Leonardo Alunni. La partita inizia e si percepisce immediatamente che la sfida ha voltato pagina. Due belle azioni dei giallorossi, pressing alto, squadra convinta e dopo sei minuti, in contropiede, l’esterno sinistro si fa tutta la fascia, crossando al centro dell’area dove Catastrofe Alunni osserva meditabondo il pallone giungere tra i piedi di Federico, il bravissimo attaccante del Ramazzano, puntuale nel piazzarla in rete. La rete non scuote i locali, intrappolati in una sorta di bolla, o meglio di ‘Sfera’, come nel film di Barry Levinson tratto dal romanzo di Michael Crichton, che ne ingigantisce le paure e finisce per nuocergli. Il gioco non scorre lineare e dopo un paio di folate offensive, arriva il raddoppio con una conclusione che Catastrofe Alunni lascia tranquillamente passare, perché in fondo lui non fa mica il portiere, no macché, se ne resta pacifico in attesa che qualcuno gli legga il menù della cena. Il 2-0 mette una pietra tombale sulla frazione, che neppure la rete del solito Fefo riesce a mutare. Scende sulle tribune del Comunale Flavio Mariotti una certa agitazione, perché i tifosi non sono più così euforici come al termine del primo tempo e cominciano a mugugnare. Il mister avverte una certa tensione e prolunga la pausa prima di rientrare in campo. Fortunatamente per la squadra tra i pali va a piazzarsi Saracinesca Ale per non prendere gol in avvio, con Alexis e Papi esterni, Nick piede caldo centrale e Leo ‘Tanti Auguri di Buon Compleanno’ Fifi difensore. Sei secondi ed il Santa Sabina passa in vantaggio. Calcio d’inizio dei giallorossi, Alexis in agguato nascosto sotto la sabbia, stile Aldo in ‘Tre uomini e una gamba’ nella partita contro il Marocco, ruba palla, s’invola e batte il portiere. Sembra una gara rimessa sui giusti binari e fino al settimo minuto tutto fila liscio. Poi il mister cambia giustamente squadra, inserendo Ruud Tara, Filo Tank Mattioli, Sugar junior, Matteone Piè Veloce, ma purtroppo anche Catastrofe Alunni tra i pali. Intendiamoci, stiamo parlando di bambini di nove anni, non ci dobbiamo mai dimenticare di ciò, e non devo farlo neppure io cronista, ma la sufficienza quando si partecipa ad un evento collettivo non è assolutamente accettabile. Ritengo importante che la società prenda provvedimenti, non per le sei papere commesse, che possono capitare anche a Neuer, ma per la scarsa considerazione e l’insufficiente impegno profuso durante la partita. Giocare male è non solo ammesso e concesso, ma anche difeso e valorizzato. Il comportamento di disimpegno non è tollerabile. Per tornare alla gara, dopo trenta secondi il Ramazzano pareggia approfittando della seconda papera del portiere Alunni. La squadra reagisce e realizza due reti in rapida successione: prima il Tank è bravissimo a rapinare una palla al limite dell’area ed a battere il pur bravo portiere ospite, poi è Matteone Focaia a ribadire in rete da due passi, una corta respinta del portiere su tiro del Tank. 3-1 e chiusura dei giochi? Vi piacerebbe….ma come dicevamo prima, in porta per il Santa Sabina, ma a giocare con il Ramazzano abbiamo Catastrofe Alunni che prima subisce una rete su punizione a due all’ora, nascondendosi dietro la barriera e letteralmente guardando la sfera rotolare lentamente in fondo al sacco, facendo imbestialire i tifosi assiepati sulle tribune, poi uscendo in modo maldestro, a dir poco, per il 3-3 del Ramazzano. Potrebbe andare peggio di così? Certo che si, perché lo show di Catastrofe non è affatto terminato, uscendo in ritardo sull’attaccante avversario, lasciando porta vuota e permettendogli agevolmente di segnare. Con la tifoseria in subbuglio, a contestare mister e portiere, ci pensa il solito Paul Fefo Breitner Cassieri ad impedire una beffa colossale, cogliendo un insperato 4-4 a trenta secondi dalla fine. C’è pure tempo per l’ultima conclusione di Alexis, con un tiro di sinistro che coglie la traversa, ma sarebbe stata assolutamente ingiusta la sconfitta dei ragazzi del Ramazzano, per come hanno saputo reagire ad un primo tempo molto difficile. Grandissima delusione dei tifosi, che speravano in un inizio di torneo diverso, con ambizioni diverse. Il mister Giacomo al nostro microfono: ‘Mister, la squadra è uscita tra i fischi dei tifosi, che ti hanno anche contestato per alcune scelte tecniche non gradite. Cosa rispondi?’ ‘Io ho sentito solo applausi ed incitamenti, cosa giusta tra l’altro, perché la squadra ha giocato bene, con qualche incertezza nella seconda frazione, ma abbiamo tenuto il pallino del gioco, realizzato buone azioni e quindi sono molto soddisfatto.’ ‘La scelta della gestione dei portieri ha suscitato forti critiche. Avete un portiere in straordinaria condizione di forma (Ale n.d.r.) ed uno che è riuscito a non farvi vincere la partita (Leo n.d.r.). Perché non optare solamente sul primo?’ ‘A prescindere che non parlerò mai dei singoli, perché siamo una squadra quando vinciamo ed a maggior ragione quando perdiamo. Se qualcuno che lavora nel calcio, pensa e/o dice che si è perso per l’errore di un singolo, è bene che vada a vedersi uno spettacolo di danza classica, perché non è mai l’errore di uno a far perdere una squadra. Abbiamo due portiere molto bravi, a volte l’errore è dietro l’angolo e l’errore di un portiere è più visibile perché subisci gol, quello di un attaccante meno perché nel mentre si gioca l’azione successiva, ci si è già dimenticati dello sbaglio. Io credo che noi abbiamo due ottimi portieri ed i tifosi sbagliano a contestarne uno dopo un errore, perché l’essere tifosi significa saper aiutare i propri beniamini nei momenti difficili.’ ‘Ultima domanda mister. Questo Torneo è molto sentito dai tifosi e questa partita vi mette in una posizione scomodissima, anche solamente per il passaggi del turno. Cosa risponde alle contestazioni?’ ‘Credo che un paio di settimane fa, una delle squadre più forti del mondo (il Barcellona n.d.r.), sia uscito dalla Champions League e sono ancora tutti lì. Abbiamo altre due partite, cercheremo di onorare il torneo, mettendoci il massimo impegno ed i conti li faremo alla fine. E’ sempre e solo un torneo di calcio per bambini di nove anni.’

IMG_2704

I Piccoli Amici di mister Skip (illiti) continuano ad aggiungere medaglie al proprio palmares!!!

Torneo di Tavernelle

La legge dei blaugrana viene imposta anche in trasferta. — Solo all’arrivo al campo si capisce che siamo arrivati primi nel girone ed andiamo così a disputarci la finale per alzare l’ennesimo trofeo stagionale. Il mister Schipilliti porta a Tavernelle: Anas, Antognarelli, Cofone, Iannotta, Lepri, Monsignori, Pasqualoni, Pispola, Tomassini, Sabatini. Si comincia con i nostri che assaltano l’area avversaria, senza però trovare l’affondo decisivo. Passa qualche minuto, e su uno sviluppo da tiro d’angolo, Lepri nel tentativo di spazzare svirgola e trafigge il compagno di squadra Sabatini. Esplode il pubblico di casa e subito si capisce che bolgia ci aspetta. A questo punto su le sciarpe e iniziamo ad incitare i nostri ragazzi. Continuiamo a premere finchè guadagnamo un calcio d’angolo. Pispola pennella il cross sulla testa di Tomassini che insacca mettendo controtempo il portiere per l’1-1. Si continua a spingere, ma senza produrre la rete che ci porterebbe in vantaggio. Fine primo tempo con uno Schipilliti che inizia a catechizzare i ragazzi prima dell’inizio della ripresa. Si ricomincia con i nostri attenti a non subire il contropiede del Tavernelle, che in uno di questi guadagna angolo. Parte il tiro dalla bandierina, palla che rimbalza davanti alla porta e Lepri, più lesto di tutti rinvia, ma oggi non è giornata e la palla sbatte su un avversario e si insacca sotto l’incrocio. Morale della favola: abbiamo fatto 3 gol e siamo in svantaggio 2 – 1. I nostri non si perdono d’animo e uno Iannotta in versione centrometrista si autolancia, crossa dal fondo togliendo tempo a portiere e difensori con Tomassini che insacca per il 2 – 2. Ma il grido si strozza in gola perchè per l’arbitro la palla è uscita. Goal annullato e siamo ancora sotto di uno. Tavernelle che cerca ora il colpo del KO ma Lepri prima, con un ottimo intervento sull’attaccante e Sabatini poi, in uscita, ci permettono di non capitolare. Continua l’offensiva del Tavernelle, fermata prima dai guanti di Monsignori, poi da un paio di interventi di Antognarelli e Cofone. Siamo ai titoli di coda quando si accende una luce: palla da Cofone a Pasqualoni che tenta la botta, palla si inarca a scavalcare il difensore, sul rimbalzo c’è il pallonetto al portiere di Anas. Sono secondi interminabili per noi tifosi quelli dividono il tocco del pallone del nostro attaccante al momento in cui si insacca in rete. Siamo 2 – 2 e si squarcia il silenzio di Tavernelle con il grido degli ultrà rosso-blu. Finisce la partita e facciamo nostro anche questo torneo per merito di un complicato calcolo di posizionamento nei giorni ed inanelliamo il quarto successo stagionale, dopo Campionato, Umbria Junior Cup e Torneo Ernesto Pugnali. Sembra che dopo le ultime ore in cui Lippi ha dichiarato che non siederà sulla panchina rossonera la prossima stagione, i rumors diano Schipilliti come favorito. Staremo a vedere e intanto UN DUE TRE SANTA SABINA OLEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEE.

 

I Piccoli Amici di mister Skip(illiti) continuano ad aggiungere medaglie al proprio palmares !

Torneo di Tavernelle

La legge dei blaugrana viene imposta anche in trasferta. — Solo all’arrivo al campo si capisce che siamo arrivati primi nel girone ed andiamo così a disputarci la finale per alzare l’ennesimo trofeo stagionale. Il mister Schipilliti porta a Tavernelle: Anas, Antognarelli, Cofone, Iannotta, Lepri, Monsignori, Pasqualoni, Pispola, Tomassini, Sabatini. Si comincia con i nostri che assaltano l’area avversaria, senza però trovare l’affondo decisivo. Passa qualche minuto, e su uno sviluppo da tiro d’angolo, Lepri nel tentativo di spazzare svirgola e trafigge il compagno di squadra Sabatini. Esplode il pubblico di casa e subito si capisce che bolgia ci aspetta. A questo punto su le sciarpe e iniziamo ad incitare i nostri ragazzi. Continuiamo a premere finchè guadagnamo un calcio d’angolo. Pispola pennella il cross sulla testa di Tomassini che insacca mettendo controtempo il portiere per l’1-1. Si continua a spingere, ma senza produrre la rete che ci porterebbe in vantaggio. Fine primo tempo con uno Schipilliti che inizia a catechizzare i ragazzi prima dell’inizio della ripresa. Si ricomincia con i nostri attenti a non subire il contropiede del Tavernelle, che in uno di questi guadagna angolo. Parte il tiro dalla bandierina, palla che rimbalza davanti alla porta e Lepri, più lesto di tutti rinvia, ma oggi non è giornata e la palla sbatte su un avversario e si insacca sotto l’incrocio. Morale della favola: abbiamo fatto 3 gol e siamo in svantaggio 2 – 1. I nostri non si perdono d’animo e uno Iannotta in versione centrometrista si autolancia, crossa dal fondo togliendo tempo a portiere e difensori con Tomassini che insacca per il 2 – 2. Ma il grido si strozza in gola perchè per l’arbitro la palla è uscita. Goal annullato e siamo ancora sotto di uno. Tavernelle che cerca ora il colpo del KO ma Lepri prima, con un ottimo intervento sull’attaccante e Sabatini poi, in uscita, ci permettono di non capitolare. Continua l’offensiva del Tavernelle, fermata prima dai guanti di Monsignori, poi da un paio di interventi di Antognarelli e Cofone. Siamo ai titoli di coda quando si accende una luce: palla da Cofone a Pasqualoni che tenta la botta, palla si inarca a scavalcare il difensore, sul rimbalzo c’è il pallonetto al portiere di Anas. Sono secondi interminabili per noi tifosi quelli dividono il tocco del pallone del nostro attaccante al momento in cui si insacca in rete. Siamo 2 – 2 e si squarcia il silenzio di Tavernelle con il grido degli ultrà rosso-blu. Finisce la partita e facciamo nostro anche questo torneo per merito di un complicato calcolo di posizionamento nei giorni ed inanelliamo il quarto successo stagionale, dopo Campionato, Umbria Junior Cup e Torneo Ernesto Pugnali. Sembra che dopo le ultime ore in cui Lippi ha dichiarato che non siederà sulla panchina rossonera la prossima stagione, i rumors diano Schipilliti come favorito. Staremo a vedere e intanto UN DUE TRE SANTA SABINA OLEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEE.

14^ TORNEO GIOVANILE F. MARIOTTI 5° GIORNATA

Il Torneo ha ripreso il suo cammino, dopo l’interruzione domenicale necessaria per ospitare altri eventi. Si sono disputati sei incontri, che hanno cominciato ad emettere qualche verdetto rispetto alle qualificazioni. Nel Gruppo A della Categoria Allievi esordio scoppiettante del Cannara, che ha superato in modo perentorio la Vis Nuova Alba, mettendo una seria ipoteca sul passaggio del turno, e comunque mostrando un calcio estremamente fluido, tecnico e molto efficace. Nella Categoria Giovanissimi, per il Gruppo C bella sfida, tra le migliori della giornata, tra la compagine della Vigor Nuova Gualdo Bastardo ed il Castel del Piano, che dopo molte emozioni ha avuto la meglio per 2-1 e si è portato in testa al raggruppamento. Nel Gruppo A dei Pulcini 2005, composto da ben cinque squadre, il Petrignano ha superato l’Ellera con un bel finale di gara, dopo aver vinto la prima frazione per 1-0, aver impattato il secondo tempo per 1-1. Finale per gli assisani, capaci di mostrare tutta la propria forza. Testa della classifica, assieme al Santa Sabina con tre punti, ma con ancora tante gare da giocare. Per l’esordio del Gruppo D i locali del Santa sabina A hanno sfornato per l’occasione una prestazione superba, contro i fuori regione del Cortona Camucia, rimasto basito dalla forza con la quale i rossoblù hanno giocato e vinto meritatamente. Nella Categorie Pulcini 2008, prima squadra a qualificarsi per il turno successivo, la Nuova Fulginium grazie alla vittoria per 2-0 contro una coriacea Ellera, capace in ogni caso di segnare quattro reti ai forti folignati. Tutto da decidere dietro alla Nuova Fulginium per le altre contendenti. Per finire la Categoria Regina, i Piccoli Amici 2009/10, con Ramazzano e Santa Sabina A che hanno disputato un gran bel match, risolto in parità, giustamente, con un punto che premia gli sforzi di entrambe le squadre. 3-1 per il Ramazzano nella prima frazione, con ritmi altissimi e ottima qualità, 2-2 spettacolare nella seconda frazione con entrambe le compagini a cercare fino alla fine di superarsi e 5-1 per il Santa Sabina, in ottime condizione fisiche, per il pari finale. Con questo risultato i rossoblù sono la seconda squadra di giornata a qualificarsi matematicamente per il turno successivo. Domani giornata ricchissima di incontri, con otto sfide in programma, a partire dalle 17.45 con gli Esordienti 2003, che vedrà scendere in campo Castiglione del Lago contro il Santa Sabina C. Chiusura di giornata sempre con la stessa Categoria degli Esordienti 2003, girone B in questo caso, con il match Junior Calcio Magione – Vis Nuova Alba. Finalmente al via l’ultima Categoria ancora ferma al palo, quella più attesa dagli addetti ai lavori, cioè i Pulcini 2007. Prima sfida interessante tra Pontevilla e Accademia Calcio Bastia, mentre poi toccherà al Ramazzano vedersela contro i padroni di casa del Santa Sabina di Giacomo Tassini, chiamato a rispondere delle tante attese dei supporter di casa. Per tutti i bambini/ragazzi un augurio di buon divertimento.

giovanissimi 2002

14^ TORNEO GIOVANILE F. MARIOTTI 5° GIORNATA

Si è chiusa la prima settimana del Torneo Giovanile Flavio Mariotti, con 31 partite già disputate delle 203 in cartellone. Tutte le Categorie hanno esordito, tranne quella dei Pulcini 2007 che aprirà i battenti martedì 10 maggio. Oggi, (domenica per chi legge), il Torneo ha lasciato spazio ad altri impegni, e si riprenderà domani sera con sei partite in programma a partire dalle ore 18.15 con la categoria Giovanissimi e le squadre della Vigor Nuova Gualdo Bastardo e del Castel del Piano, per terminare alle 20.15 con la sfida della categoria Piccoli Amici 2009 che vedrà impegnati i ragazzi del Santa Sabina A opposti al Ramazzano. Per quanto riguarda gli incontri della 5° Giornata, i toscani del Cortona Camucia hanno prevalso sul Santa Sabina C, con un punteggio largo a discapito di quanto visto in campo, passando in testa nel Gruppo D. Prima sfida nel Gruppo C dei Pulcini 2005, con il match tra Nestor Marsciano e Junior Calcio Magione con la vittoria dei maionesi per 2-1, al termine di tre parziali equilibratissimi. 1-0 per il Magione nel primo tempo, 2-1 per i ragazzi della Nestor nella seconda frazione e nel decisivo parziale vittoria al cardiopalma del Magione per 2-1. Primi tre punti in classifica e le altre squadre ad inseguire. Nel Gruppo B dei Pulcini 2006 spettacolare incontro tra Nestor A e Tavernelle, con una bellissima e spumeggiante prima parte vinta dal Tavernelle per 3-2, con la tattica a farla da padrone per lo 0-0 della ripresa, mentre la Nestor si è imposta 1-0 nel terzo e decisivo tempo conquistando un prezioso punto in classifica, come i rivali, che lasciano intatte le possibilità di passaggio del turno. Chiusura con il Santa Sabina A dei Piccoli Amici 2009/10 vittoriosi contro i pari età del Ponte Valleceppi per 3-0, con i tre punti che gli consegnano il primato del Gruppo. 169 reti in questi primi 31 incontri, tanti sorrisi, tante corse con la palla, tante patatine fritte alla Coccinella…buon divertimento a tutti coloro che scenderanno in campo domani….

Tabellone squadre 2016 OK DEF

Giovanissimi Sperimentali di Jac Giugliarelli: Grazie Ragazzi!!!

Giovanissimi Sperimentali   All. J, Giugliarelli

F. Giunti – Santa Sabina 5-1

“Grazie ragazziiii”!! E’ questo l’urlo finale al campo “Mattonata” di Città di Castello scandito da tutti, tecnico, accompagnatori e genitori accorsi in gran numero a questa ultima giornata del Campionato Giovanissimi Sperimentali anno 2002 provinciali PERUGIA. Si, anche se oggi (sabato pomeriggio per dover di cronaca) chi di voi scrive con passione le “gesta” sportive ed umane è assente, riportiamo questa ultima fatica in terra castellana dove ancora una volta la tanta volontà di giocare alla pari con una compagine superiore non ha fatto demeritare i nostri ragazzi. I 14 scesi in campo, sotto una pioggia insistente, su un campo al limite della praticabilità, hanno mostrato tecnica invidiabile e carattere al cospetto di una squadra fisicamente superiore che alla lunga ha prevalso. Daniele Cuppoloni in porta, Francesco Checcarelli terzino sinistro, Alessandro Cornicchia a destra, Nicolò Caporalini e Mattia Frattegiani al centro della difesa hanno lottato fino alla fine. A centrocampo Mattia Segaricci, Lorenzo Lo Vaglio, Giammarco Sciurpa e Lorenzo Fuso hanno fornito palle utili agli attaccanti Federico Cerinei e Sebastian Guzman che hanno messo alla prova il portiere locale in diverse occasioni. Il primo tempo, finito 1-1 con rete rossoblù siglata da Lorenzo Fuso su assist di Federico Cerinei ha messo in luce la buona caratura tecnica dei nostri ragazzi. Peccato per il secondo tempo dove la stanchezza e il campo pesante hanno contribuito alla sconfitta nonostante il “fresco” contributo fornito da Mattia Consalvi, Francesco Spaccapelo e Riccardo Cecchetti entrati in campo. Complimenti a tutti, compresi gli assenti Michele Sagarriga Visconti, Riccardo Sagarriga Visconti che per due seri, ma recuperabili infortuni, hanno disertato molti degli ultimi impegni e Francesco Martinelli: ci avete fatto vivere una buona stagione calcistica dove nonostante le numerose sconfitte (non sempre meritate.. ndr) siete cresciuti tecnicamente e sempre con onestà e impegno avete “sfidato” i vostri coetanei di altre realtà calcistiche. Grazie a mister Jacopo Giugliarelli al quale abbiamo affidato (o meglio, la società SANTA SABINA ha affidato) e fatto crescere i nostri ragazzi con la giusta mentalità e preparazione tecnica. Il campionato è finito ma ancora la stagione non del tutto ed allora a presto per nuove notizie dai tornei. Buon fine settimana a tutti!!!

Unknown

Dal mitico ed inimitabile inviato (o quasi) Pierluigi Martinelli

Piccoli Amici di Schipilliti sugli scudi. Torneo di Bastardo giocato con grande divertimento dei bambini e vinto!

Torneo di Bastardo

Piccoli Amici 2008

Si va in trasferta, nella terra in cui siamo stranieri, in terra di conquista, dobbiamo dimostrare chi siamo e chi vogliamo diventare. Si era pensato all’autobus per la trasferta, ma avrebbe perso il romanticismo della carovana di automobili lungo le strade. Torneo strutturato in una formula semplice da capire, ma complicata per raggiungere gli obiettivi massimi: se si vince il girone si gioca il girone successivo per diventare campioni, altrimenti ci si deve districare in conti machiavellici per capire la nostra posizione finale. Schipilliti decide di far scendere in campo: Antognarelli, Cavalaglio, Cofone, Iannotta, Monsignori, Pasqualoni, Pispola, Tomassini, Sabatini. Si comincia contro il Bevagna, con i nostri che partono subito forte e terminano il primo tempo sul 6 – 0, concludendo poi la partita 9 – 0. Vanno a segno 4 volte Tomassini, 3 Cavalaglio, 1 Antognarelli, 1 Pispola. Nel secondo match c’è da affrontare il Nocera e partiamo subito col piede giusto, con la doppietta di Antognarelli che fa terminare la frazione sul 2 – 0. Il secondo tempo inizia col Nocera che accorcia subito con un diagonale perfetto che si insacca a fil di palo. I nostri si chiudono in difesa con sporadici contropiedi e, beffa delle beffe, allo scadere un autogol ci fa capitolare e si termina la seconda partita sul 2 -2. Questo risultato non ci voleva perchè se avessimo vinto ci sarebbe bastato il pareggio nell’ultima, ed ora siamo condannati a vincere per superare il girone come prima della classe. Terza gara contro il Flaminio che ci precede con 6 punti; se li battiamo li scavalchiamo e andiamo a giocare il girone PLATINUM, altrimenti siamo secondi e si va a disputare il girone GOLD. Inizia il match e Sabatini fa un miracolo su un diagonale che, per sfortuna nostra finisce sui piedi di un avversario che insacca. 0 – 1. Ci rimbocchiamo le maniche e Cofone ispira Tomassini che salta un avversario e pareggia i conti. Passa poco e Tomassini si mette in proprio siglando il 2 – 1. Ultimo respiro del primo tempo con un assist fantastico di Pispola che trova Tomassini che lascia partire un missile alla Ballack che scheggia la traversa e termina sul fondo. Sembra una giornata stregata. Chiudiamo sul 2 – 1 la prima parte di gara. Secondo tempo che vede il Flaminio riversarsi sulla nostra metà campo con i nostri in un po’ in affanno, ma sempre pungenti in contropiede. Mancano pochi secondi alla fine della partita che Cavalaglio salta un avversario e lascia partire un missile. Portiere battuto ma palla che impatta sul palo e termina in fallo laterale. Tutti si aspettano il fischio finale ma l’arbirto allunga e sul rovesciamento di fronte Monsignori salva prodigiosamente sul fischio fianle. Si va avanti come prima del girone e andiamo a giocarci la prima posizione assoluta contro C4 Foligno, Virtus Spoleto, Superga 1948. Si comincia subito con i blasonati del C4 che iniziano ad attaccare ma, su un rinvio da rimessa laterale di Tomassini, Pispola al volo insacca. 1 – 0 e risultato che non cambia più. Incameriamo i primi ttre punti del girone e andiamo ad affrontare la Virtus Spoleto, che nella prima gara ha sconfitto il Superga 1948, qundi entrambe le squadre sono a tre punti in una sfida che sa di finale. Entriamo in campo e sembriamo i lillipuziani contro Gulliver, tanta è la distanza fisica fra i nostri 2008 e gli altri. Ma non ci importa. Si comincia con una fitta rete di passaggi a centrocampo. Tutto ad un tratto un tiro da quasi metà campo si infila sotto la traversa alle spalle di Monsignori, e la Virtus passa in vantaggio. Ci rimbocchiamo le maniche, ma non si produce lo sforzo necessario per riagguantare il risultato e la prima parte di gara finisce con noi sotto di uno. Nel secondo tempo entriamo in campo e succede di tutto contro di noi con l’ennesimo palo di Tomassini. Passa un minuto e Tomassini trova il pari con la curva che esplode in un’esultanza prolungata. Si riparte e Tomassini sfonda sulla fascia, mette in mezzo e Iannotta trasforma in oro il pallone che porta in vantaggio gli Schipilliti boys. Passa un altro minuto e oggi, si scrive Tomassini e si legge goal: 3 – 1. Finisce in tripudio la gara e si va a giocare l’ultimo atto del torneo con la certezza che un pareggio ci consentirebbe di essere eroi in trasferta. I nostri concentratissimi chiudono il primo tempo sul 3 – 0 con le segnature di Tomassini e doppietta di Pasqualoni. Si ricomincia e Iannotta segna il 4 – 0 con una ribattuta dopo respinta del portiere. Chiude Antognarelli per il 5 – 0 finale. Triplice fischio e Santa Sabina sugli scudi, si torna a casa da vincitori, Schipilliti con un sorriso a 36 denti, e sciarpata finale. Un’altra giornata indimenticabile per continuare a sognare ancora…

IMG-20160508-WA0034

Continua la (rin)corsa dei Piccoli Amici di Schipilliti

Torneo di Tavernelle

Santa Sabina – Pievese   3-0

Oggi è la partita da non sbagliare, la partita che decide un torneo, la partita da fare nostra a tutti i costi e, noi dei Piccoli Amici 2008, quest’anno ci complichiamo le cose nei primi match per risorgere nel proseguo del torneo. Oggi c’è chiunque sugli spalti a seguire i nostri beniamini, e Schipilliti decide di portarsi nel torneo di Tavernelle: Anas, Antognarelli, Cavalaglio, Cofone, Lepri, Monsignori, Pasqualoni, Pispola, Sabatini, Tomassini. Si deve vincere con una discreta differenza reti per passare il turno in attesa dell’ultimo match del girone, e partiamo subito forte, con Tomassini che impiega non più di 2 minuti per sbloccare il risultato e portarci in vantaggio. Passano altri 2 minuti e lo stesso Tomassini tocca una punizione per Lepri che lascia partire un missile all’incrocio che ci porta sul 2 – 0. Si continua ad attaccare e Anas segna il terzo goal su assist perfetto di Pasqualoni, però l’arbitro non concede la segnatura perchè ritiene il pallone non entrato interamente. Allora Lepri chiama in federazione per richiedere dal prossimo torneo la moviola in campo. Sul ribaltamento di fronte, il portiere più pulito del campionato Monsignori, dopo aver salvato in uscita, inizia a pulirsi meticolosamente i pantaloni della divisa (si vocifera abbiano la lavatrice rotta a casa). Si comincia il secondo tempo con i nostri che continuano gli attacchi e di nuovo Tomassini segna per portare il Santa Sabina sul 3 – 0. Tomassini senior allora per festeggiare inizia ad offrire birra a chiunque gli sieda accanto. Passa poco e di nuovo Tomassini si traveste da assist-man per la doppietta di Lepri. Sul 4 – 0 tutti si pensa ad un finale più calmo dei nostri, e tra chi si diverte con i puzzle, chi beve le birre altrui, ci pensa Pasqualoni a segnare la terza doppietta di giornata (secondo dei suoi goal davvero bello alla Dzeko) e a portarci avanti di 6 reti. Siamo ai titoli di coda quando, su un perfetto calcio d’angolo di Anas, irrompe in area Cofone che di testa incoccia in rete per il risultato finale di 7 – 0. Schipilliti azzecca un altro risultato utile importante e aspetta l’altro incontro per capire che posizione adare a giocarci nelle finali.

IMG-20160508-WA0005

I Giovanissimi del Santa Sabina conquistano l’Oscar contro il Fontanelle Branca

La fotografia della giornata è stata scattata al termine dell’incontro. I ragazzi delle squadre sotto la tribuna a ricevere i giusti applausi di tutti i genitori di entrambe le formazioni. Una partita spareggio, per quanto possa essere importante, corretta in maniera esemplare e che alla fine ha visto i bianchi eugubini ricevere meritatissimi elogi per un campionato comunque straordinario terminato con 55 punti e dall’altra parte i rossoblù di casa che ne hanno conquistato uno in più, che permetterà loro di giocarsi l’accesso alla categoria superiore in uno spareggio thriller contro la seconda dell’altro raggruppamento. Prima di passare alla cronaca della gara, ci piace sottolineare per l’ennesima volta come lo sport sia crudele, perché alla fine una squadra deve prevalere, ma quando avviene in circostanze come quella odierna, sano agonismo sportivo, accettare un risultato negativo aiuta a formare ragazzi, uomini, calciatori, insomma coloro che andranno ad arricchire la società del domani. Lo spirito sportivo, quello vero, è sempre una grande scuola di emancipazione personale e collettiva. La partita: mister Oscar Cardone, messa da parte la maglia rossa del Glentoran, in tuta blu del Santa Sabina seguiva con accuratezza la fase di riscaldamento dei suoi, con continui incitamenti e consigli soprattutto per stemperare la tensione che si leggeva osservando gli occhi dei suoi ragazzi. Inizio partita molto tattico, con le squadre a studiarsi per evitare di scoprirsi, i locali perché avrebbe messo la gara in salita, gli ospiti perché avrebbero dovuto cambiare l’approccio alla gara. Nei primi dieci minuti, nessuna azione degna di nota, con il gioco che ristagnava a centrocampo, dove la sfida tra capitani, il biondo numero 4 del Fontanelle Branca, complimenti per la gara, ed il rossoblù Giacomo Ortiz, diventava il fulcro dell’intera partita. Prima azione pericolosa una discesa, tra le tantissime della sua partita, del laterale Federico Gragnani conclusa con un traversone che gli attaccanti non hanno sfruttato. Il Fontanelle si limita a chiudere i varchi, cercando lo spazio giusto in profondità per il contropiede. Clement Edokpayi prova a spingere in corsia, con l’aiuto di Samuel Mattioli, mentre la difesa rossoblù continua a non correre pericoli. L’unico lampo della frazione, viene da una giocata, manco a dirlo, di Ortiz che si libera di un avversario, lo brucia sul breve e viene anticipato in area di rigore dall’intervento, pulito, del centrale in maglia bianca. Tutti a bere un tè caldo con i tanti tifosi presenti in tribuna a prendersi una giusta pausa. Ripresa con lo stesso canovaccio. I rossoblù bravi a spingere fino alla trequarti, senza scoprirsi, ed il Fontanelle abile a contenere le sfuriate avversarie. Tutti capiscono che la sfida sarà risolta da un singolo episodio, da una sola giocata. E questa arriva al dodicesimo minuto, grazie ad una transizione offensiva molto efficace, che porta il numero 10 Mattioli solo davanti l’estremo difensore ospite. Pallonetto delicato e palla in rete, nonostante il tentativo in extremis di un difensore di ricacciare la palla fuori dal sacco. Il Fontanelle prova a spingere cercando la rete del vantaggio, ma i rossoblù non sbandano e contengono bene le folate offensive degli ospiti. Il capitano del Fontanelle subisce un infortunio, ma rimane stoicamente in campo come punta, e la partita prosegue con il Santa Sabina abile a congelare il gioco. Un tiro dalla distanza dei bianchi, fuori di poco, poi a cinque dal termine la migliore occasione per il Fontanelle. Punizione dai ventidue metri, leggermente spostata sulla sinistra, con palla scodellata al centro dell’area. Un nugolo di giocatori si avventa sulla palla, che finisce verso la porta, ma la prodezza del portiere del Santa Sabina è certificata dai tantissimi applausi. Altro tiro dai venticinque metri e poi solo attesa del fischio finale, che arriva dopo quattro minuti di recupero e promuove allo spareggio i ragazzi di mister Cardone, ai quali va l’applauso di tutta la società per il bellissimo campionato disputato ed il più caloroso in bocca al lupo per lo spareggio promozione. Per finire un applauso a tutti i presenti, molto corretti nell’incitare i propri ragazzi, ai tanti bambini presenti ed infine all’arbitro della gara e di tutte le gare, spesso preso di mira per una decisione poco gradita, ma che tutti noi abbiamo l’obbligo di ricordare essere un ragazzo, che per pochi euro permette a tanti giocatori di poter giocare. Solo, in mezzo al campo, con tanti che a volte lo insultano per una rimessa laterale, spesso in condizione di dover capire la gravità di un fallo, con l’unica consapevolezza che da un suo errore potrebbe essere vanificato lo sforzo di una squadra, di una società per un intero anno. Grazie a tutta la categoria e grazie a questi ragazzi che ogni domenica cercano di far divertire correttamente tanti altri ragazzi, bambini, giocatori, genitori.IMG_2668

14^ TORNEO GIOVANILE F. MARIOTTI 4° GIORNATA

Il dato estremamente significativo è che il ristorante de la Coccinella, alle ore 22.00 circa, era praticamente gremito in ogni ordine di posto, e fonti della società parlano di oltre 250 presenze, che hanno inevitabilmente messo un po’ in crisi la cucina, magistralmente diretta ed orchestrata da persone semplicemente fantastiche, la gestione della sala, un po’ meno magistralmente gestita, con una stampante che aveva deciso di prendere vita propria e poco ubbidiente, ma che alla fine ha lasciato tutti soddisfatti per il risultato ottenuto. Per quanto riguarda la parte prettamente sportiva e ludica, si sono disputate sette partite, che non hanno assolutamente emesso alcuna sentenza, ma che in alcuni casi hanno evidenziato squadre che si sono candidate alla vittoria finale o quantomeno al passaggio del turno. Non ha ancora preso il via una Categoria, la più attesa delle otto, quella dei Pulcini 2007 che attende il semaforo verde martedì 10 maggio, tra le altre cose il giorno del 56° compleanno di uno dei cantanti più fantastici di sempre, quel Paul David Hewson, più comunemente noto con il nome d’arte di Bono Vox, leader indiscusso degli irlandesi U2. Categoria Giovanissimi 2002, con la quarta partita eliminatoria, la prima del Gruppo C, che ha visto affrontarsi Nestor Marsciano e San Sisto, che al termine di una partita molto combattuta si sono equamente divisi la posta con il punteggio di 0-0. Passiamo alla Categoria Esordienti 2003 che nel derby incrociato dei gironi C-D ha visto il Petrignano impattare contro il Castiglione del Lago per 0-0, il secondo della serata. Nel confronto del Gruppo A il Santa Sabina, sotto età, è stato sconfitto dalla Nuova Fulginium per 3-1, dopo aver lottato su ogni pallone, ma riconoscendo anche i meriti della squadra folignate. Pulcini 2005 con il match tra i locali del Santa Sabina B che se la vedevano contro la Vigor Nuova Gualdo Bastardo. I bianchi ospiti hanno giocato una grandissima partita, risultando meritatamente vincitori, anche se per due tempi la sfida è stata equilibrata e decisa dai colpi dei singoli. Nel Gruppo C dei Pulcini 2006, i lacustri del Ventinella hanno giocato una gara pressoché perfetta, superando senza indugi e fronzoli il Santa Sabina D per 3 tempi a 0. Nella categoria Piccoli Amici 2008, ha fatto il suo esordio anche il Gruppo D con la sfida tra Accademia Calcio Bastia e Giovanile Deruta S. Nicolò. Partita divertente, con il risultato sempre in bilico, chiusa sul risultato di 1-1 per ben due tempi, e che solamente nel terzo parziale ha visto il Deruta S. Nicolò superare per 2-0 i bastioli. Per chiudere con la Categoria principe, i Piccoli Amici 2009/10, bellissimo incontro tra i grifoncelli del Perugia e la Nestor. Prima frazione appannaggio dei biancorossi per 1-0, secondo tempo terminato 0-0, ma ricco di emozioni e finale di gara con i marscianesi capaci di ribaltare il risultato vincendo per 1-0 e sancendo di fatto un salomonico pari per 1-1. Domani previste altre sette gare con inizio alle ore 17.45 per la sfida tra il Santa Sabina C ed il Cortona Camucia per la categoria Esordienti 2003 e chiusura alle 20.30 con in campo contemporaneamente per i Piccoli Amici 2008 la Nuova Fulginium e l’Ellera e per la Categoria Allievi sempre i folignati della Nuova Fulginium contro il Castiglione del Lago. Come sempre dispensiamo il nostro augurio per una piacevole giornata di sport.

Tabellone squadre 2016 OK DEF