Sconfitti a testa alta allievi e giovanissimi sperimentali

I risultati appaiono pesanti na non ingannino: sia la Pontevecchio (capolista imbattuta con soli due pareggi nel campionato allievi) che la S.Marco Juventina vincono con un buon margine (5 a 1 la Pontevecchio sul campo di Piccione e 4 a 1 la S. Marco al Flavio Mariotti) ma le due compagini rossoblù hanno disputato una buona gara per almeno 45 minuti. Ma andiamo con ordine. Gli allievi, reduci da 3 vittorie consecutive ma attesi da un impegno “improbo” contro i rossoverdi ponteggiani sono scesi in campo ben determinati. E’ ancora vivo il ricordo della prima di andata quando solo un rigore a tempo scaduto ha consentito alla Pontevecchio di aggiudicarsi un difficile incontro con il risultato di 2 a 1, pertanto i ragazzi di mister Castellani credono all’impresa. Certo l’assenza di Morlupo a centrocampo (influenza) preoccupa, ma De Nicolò (oggi con la fascia di capitano) e compagni partono in modo sfacciato e colpiscono subito con Doricchi che insacca con un forte tiro dal limite al termine di una bella azione corale sviluppatasi sulla fascia. I padroni di casa, increduli, iniziano a macinare gioco ed a produrre azioni da rete in serie, con il portiere rossoblù, Valloni, ad ergersi quasi ad eroe con almeno 3 interventi decisivi, uno dei quali con i crismi del “miracolo”, quando riesce a bloccare a terra con il palmo della mano sulla linea di porta un colpo ravvicinato a botta sicura di un attaccante rossoverde su azione di calcio d’angolo. All’assenza di Morlupo a centrocampo si va ad aggiungere dopo una ventina di minuti di gioco l’infortunio di un altro centrocampista, Salvatore Mastropietro, ed i ragazzi di mister Castellani sono costretti a stringere ancora di più i denti per arginare gli attacchi sempre più pressanti dei forti avversari. Solo negli ultimissimi minuti del primo tempo i ponteggiani riescono con un poderoso uno-due a ribaltare il risultato e ad andare al riposo in un tutto sommato meritato vantaggio. Nella seconda frazione, il cliché non cambia. Dopo solo 2 minuti la Pontevecchio si porta sul 3 a 1 con una gran palombella da fuori di Pepe che coglie Valloni leggermente fuori dei pali. I rossoblù fanno del loro meglio e con qualche azione di rimessa provano anche a riaprire l’incontro. Intorno al 15′ una tambureggiante azione di Doricchi vede il portiere della Pontevecchio salvare la propria porta, estremo difensore costretto nel prosieguo dell’azione a superarsi su di un gran tiro dai 20 metri di Balducci destinato in fondo al sacco sotto la traversa: palla smanacciata e solo un calcio d’angolo per il S. Sabina. Lo sforzo profuso non ha dato i frutti sperati e la stanchezza affiorante, anche per le pessime condizioni del campo di Piccione, fa crollare i giovani rossoblù che prima del triplice fischio subiscono altre 2 reti in contropiede. Lezione eccessivamente severa in considerazione dell’impegno messo in campo, ma i ragazzi di mister Castellani avranno la possibilità di rifarsi contro avversari meno forti di quanto questa Pontevecchio ha oggi dimostrato di essere. I giovnissimi, impegnati al Flavio Mariotti contro la S. Marco Juventina hanno dominato il gioco con un buon possesso palla, ma trovare la via del gol è risultato oltremodo difficile. Gli ospiti sono andati in vantaggio dopo 5′ in seguito ad una bella combinazione sulla destra al termine della quale, sfruttando la palla al centro ed un bel “velo” di un compagno, la punta bianconera è riuscita ad insaccare alle spalle dell’incolpevole Trebbi. Ottima la reazione dei nostri giovanissimi che hanno iniziato a fare la partita creando qualche buona occasione da rete e raggiungendo il pareggio al 30′ con il solito Belli che, sfruttando un assist di Tiacci, insacca di sinistro. Nella ripresa c’è il consueto cambio di spartito: i cambi hanno costretto alcuni giocatori a cambiare ruolo e la squadra si è disunita non riuscendo ad evitare dopo una decina di minuti la rete del 2 a 1 ospite che ha tagliato un po’ le gambe ai ragazzi di casa. Il provare a reagire anche questa seconda volta è risultato vanificato dall’immediato 3-1, che gli ospiti hanno realizzato con un gol fotocopia del precedente, ovvero con un incursione centrale non contrastata adeguatamente dai difensori rossoblù con la punta del S.Marco libera di infilare l’incolpevole Masciotti. C’è stato comunque modo di vedere due buone occasioni (sprecate malamente dai nostri avanti) per accorciare le distanze e riaprire la partita da parte dei nostri ragazzi, così si assiste alla rete del definitivo 4 a 1, siglata in mischia susseguente a calcio d’angolo, a partita ormai finita. Il risultato finale suona minaccioso, ma la prima parte della gara, disputata alla grande dai nostri ragazzi, lascia ben sperare per il prosieguo del campionato.