Gesto di fair Play del piccolo Matteo Delicati del Ponte della Pietra

Giornata ricca quella di ieri, 7 maggio, al torneo Flavio Mariotti. Ben cinque partite hanno scandito il pomeriggio santasabinese, gare come al solito molto combattute, spettacolari sotto il profilo del gioco espresso e con risultati in alcuni casi inattesi. Partendo con ordine, la prima partita, per la categoria Esordienti 1997, ha visto il Perugia Calcio prevalere sui pari età del Bastia Settore Giovanile solo in uno dei tre tempi (il secondo) e col risultato di 1 a 0. Gli altri due tempi, finiti senza reti, hanno fissato il risultato di misura a favore dei grifoncelli che avevano iniziato il torneo con la goleada ai danni dei padroni di casa. Evidente il merito del Bastia che nel confronto ha sicuramente ben figurato. Nella successiva partita degli Esordienti 1998 la Pontevecchio ha battuto il Sanfatucchio prevalendo in tutti e tre i tempi (2-0 1-0 e 2-0) ed esprimendo un gioco bello ed autoritario. Quindi, nelle tre partite a campo ridotto, per i Pulcini 1999 i padroni di casa dello Junior Santa Sabina hanno battuto per 2 tempi a 0 il Piccione Colombella mantenendosi alla testa della propria classifica a punteggio pieno. Risultato a sorpresa nei Pulcini 2000 in cui il Montemorcino ha vinto tutti e tre i tempi (realizzando anche diverse reti) la blasonata Pontevecchio che bene aveva fatto nella gara d’esordio contro il Piccione Colombella. Il fatto più bello è accaduto nella partita della categoria dei 2001 nella gara tra Deruta e Ponte della Pietra. In un incontro senza esclusione di colpi (ovviamente si parla di colpi tecnici ed agonistici, nel pieno rispetto delle regole), il cui risultato si è determinato solo nel terzo tempo a favore del Deruta, dopo che i primi due erano entrambi finiti in pareggio, il piccolo Matteo Delicati, del Ponte della Pietra, nonostante l’arbitro avesse decretato un fallo laterale a suo favore, ha fatto presente al direttore di gara di essere stato l’ultimo a toccare il pallone e che quindi la rimessa andava assegnata alla squadra avversaria. Complimenti al piccolo Matteo, non sappiamo se da grande giocherà tra i professionisti ma a tutti coloro che praticano il calcio (o anche soltanto lo seguono da spettatore) ha dato un segnale di quanto questo sport possa segnalarsi non solo per episodi di poco gusto.