I Piccoli Amici del Santa Sabina superano la Juventina dell’ex Dodaro

Piccoli Amici 2008   All. A. Schipilliti

Santa Sabina – Juventina San Marco 2-1   (2-0   0-1   3-0)

Marcatori: Antognarelli 3 – Pispola – Tomassini

Nella gara che cromaticamente richiama la finale di Champions fra Juventus e Barcellona, con i nostri nelle vesti blaugrana, il mister Schipilliti porta in campo: Anelli, Antognarelli, Cofone, Erion, Iannotta, Monsignori, Pasqualoni, Pisacreta, Pispola, Tomassini. Complice il maltempo l’afflusso degli spettatori è minore di un buon 10-15% rispetto lo standard delle sfide dei Piccoli Amici, che comunque trovano sugli spalti i fedelissimi che già un’ora prima della partita si trovavano ad appendere gli striscioni sulla balaustra. Prima dell’inizio simpatico siparietto con il mister Dodaro che, come Montella qualche stagione fa, sbaglia panchina all’ingresso in campo memore dei sui recenti trascorsi in quel di Santa Sabina. Si comincia con le due formazioni che si studiano a lungo in una partita che tatticamente fa tornare in mente le migliori sfide tra Mourinho e Pep Guardiola. A quel punto l’accompagnatore dei locali, Pasqualoni, vedendo in tanto tatticismo un biscotto preparato ad hoc dai due allenatori, esce per andare a puntare il pareggio alla SNAI lasciando la squadra al solo Iannotta, intrecciato fra ombrelli, palloni e giacche a vento. Comunque, come al solito, quando serve la zampata, in mischia ci pensa Antognarelli a sbloccare il punteggio a due minuti dalla fine del tempo; esplode la panchina del Santa Sabina in tripudio, tranne che per un elemento che inizia a strappare le schedine appena sfornate dalla SNAI. Non si fa in tempo a ricominciare che Pispola in un assolo alla Nedved nell’anno del pallone d’oro, salta un avversario e lascia partire una sassata ad incrociare che tocca il palo e finisce in rete: 2-0 e chiusura del tempo appannaggio dei ragazzi di Schipilliti. Da segnalare un Monsignori tra i pali inoperoso data l’alta qualità difensiva della squadra. Secondo tempo in cui c’è il ritorno del San Marco, con un Erion in porta che si difende sfoderando varie ottime parate, ma non può nulla sul contropiede che fissa il punteggio del tempo sull’ 1-0 per gli ospiti. Terzo tempo che torna di nuovo in mano agli esperti della tattica, con il Santa Sabina che ci mette vari minuti e due pali di Tomassini per trovare il modo per scardinare la difesa di un attentissimo San Marco. Una doppietta di Antognarelli porta in situazione di confort i padroni di casa, ed il terzo goal di Tomassini fissa il punteggio sul definitivo 3-0. Bella partita che il Santa Sabina ha meritato di vincere, giocando in modo attento in difesa, concentrato a centrocampo e tagliente in attacco. Ora il mister Schipilliti, nelle dichiarazioni del dopopartita, ha espresso la volontà di raggiungere il record di 15 vittorie consecutive della Juventus di quest’anno e volendo dare un tocco artistico, anche ad agguantare il record assoluto di 17 vittorie consecutive, appannaggio dell’Inter.

Dal nostro fantastico inviato Alessandro Monsignori

Unknown