Lutto nel mondo del calcio mondiale. Il Nostro amico, l’amico del Santa Sabina Horst Wein ci ha lasciato.

“Amo guardare lontano” sono state le tue ultime parole prima di salutarci, pronunciate lungo la strada tortuosa che attraverso la campagna umbra da Santa Sabina conduce all’aeroporto di Sant’Egidio…Proprio così!! Quelle parole risuonano nella mia mente in questo momento di grande tristezza, in cui scopri che uno dei tuoi punti di riferimento sportivi non ci sarà più a guidarti, parole che sembrano descrivere alla perfezione il tuo desiderio di anticipare il domani, la tua ossessione per la “VISIONE” e per la capacità di interpretare ciò che l’occhio è in grado di percepire.
Grazie alla tua arte visionaria ci hai regalato un gioco rivoluzionario, il FUNINO, che più di ogni altra qualità cela dentro la capacità di regalare ad ogni bambino l’opportunità di allargare i propri orizzonti e vivere serenamente dei momenti da protagonista alla ricerca di quel “banale” goal, che, nello sport, come nella vita, rappresenta il fine ultimo e l’EMOZIONE REGINA che accomuna il grande campione al più piccolo dei bambini, che per la prima volta solca un qualsiasi campo di periferia.
Hai realizzato tutto questo con estrema semplicità e lucida fermezza, qualità che ti contraddistinguevano prima come uomo e poi come il Maestro dei Formatori: “Se aggiungiamo due porte, e riduciamo il numero dei giocatori in campo, finalmente sconfiggeremo l’effetto tunnel, i ragazzi amplieranno il loro campo visivo e cresceranno a dismisura il numero di goal, in modo che tutti possano vivere da protagonisti il gioco”.
C’è ancora un’altra storia da raccontare, forse che non tutti conoscono: la motivazione che ti ha portato all’invenzione di questo gioco affascinante…alla mia domanda del come fossi arrivato all’idea di tutto questo , la risposta fu sorprendente: “Io allenatore di successo di Hockey non riuscivo a far divertire mio figlio attraverso lo sport che amavo di più e così dopo un periodo di studio arrivai alla creazione di questo gioco, che dal primo momento fece brillare gli occhi al mio piccolo e così compresi che avevo fatto centro”.
Un atto d’amore verso il proprio figlio…così è nato il funino!!

E con lo stesso atto d’amore verso il gioco e i ragazzi del domani ci hai reso partecipi di una rivoluzione in ambito formativo-calcistico, per questo ti siamo debitori.
GRAZIE DI TUTTO HORST.

LO JUNIOR SANTA SABINA ED IO SIAMO ONORATI DI AVERTI AVUTO NOSTRO OSPITE.

Jacopo Giugliarelli

12755252_508677585976046_103114642_o