Botto di Carnevale per il Santa Sabina: vincono la Prima Squadra, la Juniores, gli Allievi ed i Giovanissimi

Una domenica difficilmente dimenticabile per la società del Santa Sabina, che ha conseguito quattro fantastiche vittorie con la Prima Squadra in casa nel Campionato di Prima Categoria, la Juniores nel Campionato Regionale A2 in trasferta, gli Allievi sempre in trasferta nel Campionato Regionale A2 e con i Giovanissimi al Comunale Flavio Mariotti sempre nel Campionato Regionale A2. Iniziamo la nostra carrellata di notizie con la Prima Squadra diretta da Mauro Antognelli, capace di battere il Po’ Bandino in casa per 3-2  ed allungare a sette la striscia di partite senza sconfitte, portandosi a soli quattro punti dalla zona play off. La cronaca: emozioni a non finire al “Mariotti” per i ragazzi di Mauro Antognelli che impegnati contro l’ostico Po Bandino, nel primo tempo sprecano l’inverosimile e nel secondo tempo sono costretti a rincorrere. Svantaggio a metà del secondo tempo su calcio di rigore che, malgrado il “Leo”, con un brandello di maglietta dell’avversario in mano, ripetesse con la sua “flebile e tenue vocina” …..“arbitro, non l’ho toccato!!”, è apparso a tutti abbastanza evidente. Gli undici rossoblu non si abbattono e dopo poco afferrano il pareggio su una fantastica conclusione su calcio piazzato (in realtà un “cross sbagliato”) di Mattia Genepi che nessuno, e soprattutto il portiere, riesce a toccare ( malgrado Andrea Di Croce finga pateticamente di aver toccato ed esulta in modo spropositato pur di essere iscritto nel tabellino dei marcatori ……………… vergogna!!).
L’entusiasmo è alle stelle e la voglia di ribaltare il risultato è tale che i ragazzi di mister Antognelli si riversano in attacco ma subiscono una veloce e ben impostata ripartenza e dopo poco vanno ancora sotto. La botta potrebbe affossare chiunque ma non questo Santa Sabina che, malgrado l’uscita forzata del folletto David Curti per infortunio (…… da quando ci sono in panchina certi gufi se ne fa male uno per domenica………..mahhh???) riparte a testa bassa e raggiunge di nuovo il pari a seguito di una bellissima giocata di Lorenzo Sportoletti che serve a pennello “IL CAP” Michele Tienduri che, dimenticandosi di essere quasi papà, vola in alto per insaccare di testa.
La partita si accende definitivamente fin quando all’ultimo minuto su una “bellissima azione manovrata”, in realtà un rinvio affrettato di un difensore, bomber Daniele Concia con un azione stile rugbistico vince una serie di rimpalli con tre avversari, il portiere, la bandierina, forse anche il palo, e “trascina” con la sua proverbiale eleganza, la palla in rete …………. CHE CUUU …..ORE!!!
Ma si sa per vincere ci vuole anche il cuore e quindi chiediamo al capitano, cuore appunto della squadra, quali sono gli obiettivi a questo punto: “noi gestiamo sempre le partite” ci dice IL CAP “ perché ci siamo posti un obiettivo primario e lavoreremo intensamente per raggiungerlo: far perdere gli ultimi quattro capelli rimasti al mister!!” ……….tranquilli, ci state riuscendo alla grande.
Da annotare l’espulsione da parte dell’arbitro del massaggiatore Mario Pedana reo di aver ricordato all’arbitro che non è necessario che ogni volta che fischia controlli eventuali messaggi sul telefonino, si rifaccia il trucco e faccia una chiacchierata con i vari giocatori, in realtà si potrebbe anche ricominciare a giocare subito!!! Comunque Mario si allontana dal campo in buon ordine portando con se anche la valigetta dei medicinali chiedendo agli eventuali giocatori infortunati di andare a farsi massaggiare in tribuna ……..se Maometto non va alla montagna……….!!!! Prossimo turno molto difficile, con la trasferta in casa della capolista Pietrafitta, peraltro fermata all’andata, ma la fiducia ed il gioco della squadra lasciano intendere che le ultime nove giornate saranno altrettante sfide all’ultimo sangue, metaforicamente parlando, per conquistare quell’agognato posto nei play off, obiettivo di inizio stagione, accantonato dopo il difficilissimo inizio e ripreso per il rotto della cuffia con la serie positiva tuttora in atto.

La Juniores ha espugnato il campo di San Secondo, al termine di una sfocatissima partita per 2-1, cogliendo il nono risultato utile nelle ultime dieci partite e portandosi a soli due punti dai play off. Dopo la solita scorpacciata di gol sbagliati alla fine del primo tempo il Santa Sabina va sotto per uno zero. Secondo tempo all’assalto e sorpasso centrato attraverso la gran botta dell’ormai solito Lorenzo Puletti e il gol dell’avvoltoio Mattia Gigliarelli che capisce le intenzioni del palo e chiude in porta il triangolo. Ma, come si sa, le partite della Juniores finiscono quasi sempre ai rigori e quindi l’arbitro di turno assegna l’undicesimo rigore della stagione contro la porta difesa da Massimiliano Avana che, ormai forte della sua esperienza, ipnotizza anche quest’ultimo avversario e lo costringe a buttar la palla alta sopra la traversa.
Per la cronaca è questo il settimo o ottavo rigore parato da Max tanto che sembra sia partita una denuncia alla Giustizia Sportiva nei suoi confronti da parte dei tiratori di rigore per utilizzo di sostanze sedative e narcotiche nei confronti degli avversari dal dischetto … staremo a vedere!
Complimenti a mister Bianconi che continua la rincorsa ai Play Off riuscendo anche a non essere espulso …………. anche se oggi era più facile visto che ha seguito la partita dalla tribuna!!!
La prossima partita non sarà decisiva, ma sicuramente influirà sul verdetto finale in quanto al Flavio Mariotti si scontreranno Santa Sabina e Subasio, che precede i rossoblù in classifica di due punti. Chiaramente mancando nove giornate al termine, con 27 punti ancora in palio, la Juniores si giocherà le proprie chance di promozione fino all’ultima giornata, ma la sfida del prossimo turno sarà di quelle da far tremare le gambe.

Gli Allievi di mister Gigi Luzzatti, nel Campionato Regionale di A2, sono andati ad espugnare il campo della Vis Nuova Alba per 2-1, al termine di una gara molto emozionante, in bilico fino all’ultimo. La classifica vede il Montemalbe in testa con 40 punti, seguito da Atletico Gubbio e Trestina a 36, tallonati dal Santa Sabina salito a quota 34, con una gara in meno delle altre contendenti, che potrebbe proiettarla in seconda posizione.  Su un campo per dimensioni al limite della regolarità (……come diceva qualcuno la domanda nasce spontanea: ma perché non lo avranno fatto un po’ più grande??………bohhh!!) i giovani rossoblu disputano un primo tempo all’insegna dei gol sbagliati e dei legni colpiti e vanno al riposo sotto di un gol subito a seguito di calcio piazzato. Secondo tempo sempre in avanti e dopo una serie ulteriori di occasioni sprecate e legni colpiti i ragazzi di mister Luzzatti ribaltano il risultato con una intuizione da rapace di Mattia Bigonzino, che evita di far saltare dalle imprecazioni papà Enrico in tribuna ed insacca di testa, e il solito guizzo del bomber Gabriel Bura che chiude l’operazione sorpasso. Ma i ragazzi degli Allievi vogliono emulare i ragazzi della Prima Squadra e quindi cercano anche loro di perseguire l’obiettivo di far perdere gli ultimi capelli al loro mister ( anzi no, scusate, in questo caso ormai è già troppo tardi e quindi puntano ai tifosi!!) e quindi concedono nei minuti di recupero un paio di occasioni agli avversari mettendo alla prova le coronarie degli ultras ed in particolare del Bordi in tribuna arrivato ormai ai 45 chilometri percorsi…………sia chiaro…per motivi di salute e non di nervosismo!!
Da annotare le capacità acrobatiche equilibristiche di Gabriele Paccaduscio che dopo l’ennesima percussione subisce in piena area un’entrata omicida sulle gambe, ma con incredibile caparbietà riesce, malgrado il rischio amputazione arto, attraverso un salto con un avvitamento e mezzo carpiato, ovviamente SENZA CADERE, a mantenere il possesso della palla e ad ottenere un importantissimo calcio d’angolo provocando la tranquilla reazione del mister che urla: “bravo Gabri, tanto noi i rigoristi non li abbiamo un gran che!!”
Unici rossoblu a conquistare i tre punti senza grandi affanni i Giovanissimi di mister Cardone che si confermano squadra da battere (speriamo mai!!!) e continuano la loro corsa verso il primato mantenendo la caratteristica di squadra votata al bel gioco corale (sembra il mister si sia arrabbiato perché in un’azione non è stata passata palla al portiere!!) e sempre proteso all’attacco. Il calendario agevola la giornata dei piccoli rossoblu e in un clima sereno e all’insegna del massimo fair play e sportività, condiviso da ragazzi e tifosi della squadra avversaria del Madonna del Latte, la partita viaggia su binari già segnati e il primo tempo si chiude con un perentorio quattro a zero. Dei quattro gol del primo tempo da segnalare la doppietta di Gianmarco Pompieri che risponde “presente” ad ogni chiamata del mister e conferma in ogni occasione il suo valore e il suo importantissimo contributo alla splendida stagione. Sempre nel primo tempo chiudono le marcature Flavio Taschini e Clement Edokpayi che ribadisce le sue doti di “tiratore scelto” e trafigge il portiere avversario con una “bordata” imprendibile….. o quasi!!
Il secondo tempo scorre in un clima di festa e spensieratezza e i gol di Filippo Monicchi e il meritatissimo gol della bandiera della squadra avversaria non suscitano particolari emozioni nel distratto pubblico ormai impegnato piuttosto a pronosticare il vincitore dell’imminente Festival di Sanremo.
Da annotare che il clima particolarmente disteso ha determinato addirittura la visione della partita in maniera tranquilla e composta dell’accompagnatore Angelo Orsini ormai catechizzato dall’irreprensibile mister che però a detta di alcuni sembra sia stato visto prima della partita svuotare un flacone di valium sul caffè di Angelo. La tranquillità di Angelo è quindi effetto dell’opera di persuasione del mister o della boccetta di valium?? La risposta alle prossime giornate.