Fuochi d’artificio al Flavio Mariotti tra Santa Sabina e Castel del Piano 2005

Pulcini 2005     All. Michele Santiccioli

Amichevole

Santa Sabina – Castel del Piano 3-0   (2-0   2-1   3-0)

Replay amichevole tra le due formazioni dei 2005 del Santa Sabina e del Castel del Piano al Comunale Flavio Mariotti.
Ore 17:00, vengono annunciate le formazioni…. grande sgomento tra la tifoseria locale per un inspiegabile ‘modulo lunare’ 2-3-3, e non per il tatticismo, ma per l’interscambio individuale dei ruoli. Proprio così, mister Santiccioli mischia gli addendi inserendo Giacomino Tomassini in fascia destra a supportare Ale Lazza, piu galvanizzato che mai, in fase più avanzata. Morlunghi fà coppia con un gasatissimo Pieroni in trincea difensiva, linea di centrocampo con Albertario, Bietta e Banella, più avanzato un raccomandatissimo figlio d’arte …. Alessio Delbuontromboni.
Si sussurrano di strane telefonate, notturne…molto notturne..alla dirigenza per chiedere spiegazioni e rassicurazioni su possibili esoneri. Signori, qui rimarrete tutti sorpresi….. E si perchè il tanto auspicato “calcio totale” sposato dalla scuola calcio del Santa vanta i suoi raccolti. Primo tempo eccellente, i ragazzi sembrano essersi immedesimati nei migliori Joker dell’Olanda di Cruyff, Rep, Neeskens ed il carismatico Ruud Krol.
Palla a terra, gestione degli spazi, ritmo ed intensità alla base. Giocate ricamate da finezze sartoriali, fanno si che il first time si concluda con un secco 2 a 0.
Coraggioso e ripagato il coach Santiccioli.
Secondo tempo con ritorno alle dinamiche più consuete con l’innesto di Monti, Ricci, Gioele e Castello. Anche qui ottime giocate su cui va segnalata la bomba da 30 mt di un Castello travestito per l’occasione carnevalesca da un ” Claudios Branco” del miglior Genoa.
Addirittura anche Monti segna di testa……. Di testa ….. Primo goal di testa di tutta la sua vita, considerando anche la parte di allenamento dedicatagli dal buon Andrea Monti davanti la serranda del proprio garage.
Esiste anche il Castel del Piano, che in una delle poche sfuriate palla avanti e pedalare, sconvolge i piani di un Carlani che esita nell’uscita.
E qui apriti cielo, inveisce con tutti, addirittura anche con lo stupito Federichino che stava assaporando patatine al peperoncino di Benevento. Prende a calci anche il caucciù intimorito tra i ciuffi d’erba sintetico.
Stop & go…. Si apre il terzo tempo, la pattuglia del Santa peró non cambia la propria marcia. Gestione totale del match, tranquillità tecnica e impeto atletico, sono gli ingredienti di un 3 a 0 senza storia. Da segnalare la prodezza tecnica di Ricci, stop di petto, sombrero volante e pallonetto al palo opposto.
Claudio Carlani solleva come una gru il mister Santiccioli ….. : “te l’avevo detto mister che doveva giocà a destra… mister….’
Ok…. Abbiamo raccontato le dinamiche piu o meno vere , favoriti dal periodo delle “maschere e stelle filanti”….. ma la cosa certa che stì ragazzi sono “TANTA ROBA”.