Primi Calci 2010 Mister Tassini: Torneo San Sepolcro

La finale

Eccoci finalmente giunti a raccontarvi le emozioni che ci hanno accompagnato fin dentro al “Borgo” di San Sepolcro. Eccoci dentro alla finale…
Per i pirati di mr Giacomo “Jack Sparrow” Tassini è previsto un quadrangolare “spalmato” in due giorni consecutivi (e xxx chilometri macinati…) che ci vede impegnati con OLMO PONTE; AREZZO F.A. e BALDACCIO BRUNI , società tutte appartenenti al mondo dello sport toscano.
Arriviamo al “Buitoni” pronti e carichi e con già indosso la nostra divisa per la prima partita delle 19:00 con la fortissima corazzata dell’OLMO PONTE consci che non sarà una passeggiata dato che nelle fasi di qualificazione hanno dimostrato a tutti il loro valore. I pirati sono concentrati e decisi a non mollare nemmeno un pallone, la prima frazione (per totali 3 tempi da 15″) è pirotecnica e sfortunata e, dopo aver colpito pali e traverse e aver assistito a interventi del nostro “spiderman” degni del miglior Buffon, chiudiamo sotto di 2. Giusto il tempo per qualche consiglio di Jack e dentro altri 5 per il secondo tempo. Teniamo bene le posizioni, siamo sempre precisi nei passaggi ma i nostri “avversari” sembrano chirurghi e ci cuciono addosso un bel cappottino del quale, date anche le temperature di fine giugno, avremmo fatto volentieri a meno…
Un po’ provati ma non di certo demoralizzati, affrontiamo i terzi 15′. Il cappotto pesa come un macigno sulle nostre fragili spalle, e sotto i colpi sempre più duri, ahinoi affondiamo.
Poco importa, il nostro condottiero è fiero di noi per non aver mai mollato e aver lottato compatti e uniti per salvare la pelle.

Prima di vedercela con AREZZO Football Academy, abbiamo tutto il tempo di fare un po’ di animazione aggregativa in panchina rosicchiando banane e biscotti bi-gusto mentre il mister la fa da capo-villaggio…
Sono ormai le 21:00 e l’arbitro ( ufficiale UISP ndr) fischia l’ingresso in campo delle squadre. Ci tocca mettere le casacche bianche anche in questa seconda partita. La dea bendata si diverte e farci i dispetti e tra un palo e una traversa, una traversa e un palo, sono i toscani a chiudere avanti di due. Sembra la partita fotocopia della prima…
Ma Jack continua a infondere nei sui tranquillità e grinta. I nostri portacolori reagiscono dimostrando un gran carattere e riescono a pareggiare le sorti. Terza frazione sempre ricca di emozioni e caratterizzata dalla solita girandola delle sostituzioni secondo stile rossoblù. Risultato: divertimento assicurato per grandi e piccini. Doccia e hamburger (di qualità eccellente e a km 0) per tutti e nanna in macchina durante il viaggio di rientro. Domani è un altro giorno, domani è un altro viaggio…
Ad attenderci per l’ultimissimo atto di questa stagione vestita di rossoblù e con lo strascico lungo ci sono i viola della confinante Anghiari. I temibili 5 della BALDACCIO BRUNI. I nostri volti sono vogliosi di ludicità, le nostre gambe decisamente meno. Passiamo con un bel gol di pura caparbietà in sfondamento centrale, a dispetto di quel che si pensava…ma la reazione avversaria non si fa attendere e il giusto pari chiude il primo tempo.
Le nostre teste già pensano all’hamburger con la coppa ( ma quella in plastica su piedistallo in marmo…) e così, sconfitti in campo ma vincenti nello spirito ce ne andiamo a cena dove omaggiamo il nostro condottiero per l’ultima volta con foto ricordo e dedica dei singoli sperando di mantenere un posto nel suo grande cuore a coronamento di due stagioni trascorse insieme dove lui ha insegnato a noi non solo il gioco del calcio ma ci ha insegnato a diventare in futuro persone più oneste e sincere. Grazie davvero mister Giacomo Tassini, sei una persona speciale. Non cambiare.
1-2-3- Santa Sabina olè !!!

Piccoli Amici 2012 Mister Lazzari – Angelini

I piccoli amici 2012 salutano il loro “faro” Daniele Lazzari con una prestazione da squadra finalmente “matura”. La scommessa è finalmente vinta. Il gruppo 2012 ha preso forma e il merito è di quei due individui che rispondono ai nomi di mister Daniele e mister Alessio che all’inizio della stagione hanno deciso di investire il loro tempo e la loro salute ( fisica e mentale) per cercare di “domare” questo gruppo fatto di puro “genio e sregolatezza” calcistica.
Siamo al campo Finistauro Patiti di Pila per assistere all’ultima e tanto attesa (da parte dei genitori) fatica dei piccoli 2012 rossoblù. Prima di noi, sul campo si affrontano le formazioni 2011 della GIOVANILI ARNA e del TODI. Noi li stiamo a guardare cercando di “rubare” con gli occhio qualche mossa vincente, qualche colpo di genio che ci renda capaci di estrarre l’asso
dalla manica al momento giusto ma soprattutto per farne tesoro per accrescere il bagaglio personale.
La gara finisce, chi abbia vinto non lo sappiamo…ma sappiamo che finalmente entriamo in scena noi!
I nostri genitori, i nostri nonni, i nostri fratelli e sorelle prendono posto sugli spalti. Wow che emozione! Gioco la mia prima finale e a guardarmi ci sono tutti…proprio tutti… palla o campo? A me la palla, alla Nestor la scelta del campo. Saluto uno ad uno i miei “amici” di Marsciano con i quali oggi condivido questa indelebile esperienza, corro a “dare il 5” ai mister e via, dentro al campo a prendere posto dove l’allenatore mi ha detto di stare. L’ordine in campo dura giusto il tempo di battere il centro, dopodiché assistiamo al meraviglioso schema di gioco dei “7enni”: dove va la palla, vado io. Semplice, no?
E così, tra una corsa sulla fascia, un tentativo goffo di dribbling e qualche inciampo sui propri piedi, riusciamo anche a sbloccare il risultato. Grande ma composta l’esultanza dei ragazzi, un po’ meno quella degli ultrà sugli spalti.
Daniele (il mister ndr) assiste silenzioso e con sorriso sornione a questa sua ultima partita alla nostra guida. Non per il risultato che, si sa, poco conta ma perché sta finalmente raccogliendo i frutti di una semina durata da settembre ad oggi e, quando quel bambino introverso e un po’ ribelle alle regole col quale tanto si è “scontrato” e battuto realizza il suo tanto atteso gol, i piccoli rossoblù sono esplosi neanche avessero vinto il mondiale…tutti sul terreno di gioco per fargli festa ed abbracciarlo. Bravo mister (ma bravi mister) ! Ottimo lavoro. Arrivederci a presto (speriamo)
1-2-3 Santa Sabina olè!

Pulcini 2009 Mister Tassini: Torneo “Pugnali” di Bastardo

“Tre Fegatelli a Monte Stiuccio e Scara

sotto il cielo che risplende,

Sette agl’accompagnatori

nelle lor inusual divise,

Nove ai genitori

provati che la faticosa attesa

spetta,

Uno per l’Oscuro

Mister che salutista rifiuta,

Nella terra di

Bastardo, dove l’Ombra nera

Scende.

Un Fegatello per

domarli, un Fegatello

per trovarli,

Un Fegatello per

Ghermirli e nel

Buio incatenarli,

Nella terra di

Bastardo, dove

L’Ombra cupa

Scende”

Liberamente ispirata dalla “Poesia dell’Anello” di J.R.R. Tolkien

SEMIFINALI

E fu così che l’ignara “Compagnia del Fegatello” si ritrovò il 30 Maggio scorso in quel di Bastardo, illusa dall’oscuro mister, convinta di essere all’ultima trasferta di stagione. Poveri illusi c’è da giocare semifinali e finali, “scusate mi sono confuso …” le false parole che escon dalla bocca del Tasso che così ci condannano all’ennesima, non esattamente comodissima, uscita in esterno per il seguente 8 Giugno in caso di accesso alle finali. E vuoi non accedere …

Partiamo con ordine, si arriva alle semifinali dopo aver dominato nel girone eliminatorio e, ad attenderci, troviamo i padroni di casa della Nuova Gualdo Bastardo ed il Cannara.

Il primo incontro, con i padroni di casa, va sul velluto per i Tassinari che si impongono per 5-0 senza di fatto aver mai lasciato un minimo di iniziativa all’avversario. Avrei voluto essere più dettagliato nella cronaca ma, chi avrebbe dovuto raccogliere impressioni sul match in attesa dell’arrivo del sottoscritto (stavo abbattendo il muro del suono sulla tratta Arezzo-Bastardo), era in realtà impegnato a gozzovigliare con l’ormai tradizionale aperitivo locale a base di birra e fegatelli.

Il secondo incontro con il Cannara segue all’incirca lo stesso andamento, infatti, dopo due minuti Seppoloni sfrutta l’assist a rimorchio di Antognelli per portarci in vantaggio. I Tassinari, forti del vantaggio acquisito, iniziano a gigioneggiare davanti alla porta avversaria ed invece di chiudere la partita rischiano di farla riaprire, ci vuole lo spunto di Montegiove al decimo a sfruttare una corta respinta da calcio d’angolo per portarci sul 2-0. Lo stesso Montegiove, un minuto dopo, testa da fuori area gli ottimi riflessi del numero uno avversario che si difende in angolo. Il 3-0 arriva al tredicesimo ad opera di Cozzetto di controbalzo su cross da calcio d’angolo. La prima frazione si chiude con altri due bei tentativi ad opera di Carlani prima, da fuori area, e di Cozzetto su servizio di Antognelli.

Il secondo tempo segue la trama del primo e si apre con l’ennesima botta di Carlani, schierato punta per l’occasione, deviata in angolo e con una mischia paurosa davanti alla porta avversaria dall’angolo stesso. Il 4-0 arriva al terzo minuto ad opera dello stesso Carlani, servito da Montegiove, da appena fuori area. Il portiere avversario, veramente di ottimo livello, tira fuori un paio di interventi strepitosi per cercare di limitare i danni ma nulla può control la “trivela” di Sabatino che al decimo ci porta sul 5-0. Il 6-0 finale arriva poi al tredicesimo minuto dai piedi di Montegiove veramente in serata di grazia. Appuntamento quindi all’8 Giugno con i fegatelli … pardon con i duelli di Bastardo.

FINALI

Le finali del torneo “Ernesto Pugnali” di Bastardo, sempre con la formula del triangolare, ci vede opposti alle formazioni delle Giovanili Todi e della Polisportiva C4 e si rivelano una specie di odissea ancora da prima del loro inizio. C’è da far convivere la partecipazione al torneo, non esattamente a due passi da casa, e la presenza alla cena di fine anno e le voci sugli orari si rincorrono per una settimana. Risultato? Giochiamo due gare a fila, doccia, premiazione e via di nuovo come dei terra-aria verso casa.

Per il primo incontro troviamo le Giovanili Todi e ci schieriamo con Rusciano e Scarabattola in difesa, Rocchetti a metà campo Seppoloni e Montegiove esterni e Cozzetto punta. Al secondo minuto Rusciano va in percussione centrale, si appoggia a Cozzetto, allargatosi sulla fascia, riceve il passaggio di ritorno e prova, senza fortuna, il tiro. La partita, dopo questa fiammata iniziale, si blocca e fornisce ben pochi spunti di cronaca. Si rivede qualcosa intorno al nono con una bella ripartenza rossoblù sull’asse Cozzetto-Seppoloni ma la conclusione di Montegiove, liberato al limite dell’area, sfiora solo il palo. Ci riprova Seppoloni al decimo, bloccato dal portiere, e due volte Rusciano al dodicesimo in mischia con due salvataggi sulla linea. Il Todi si fa vedere in scadenza di frazione su ripartenza ma la conclusione è fuori dallo specchio. Quando ormai ci si prepara all’intervallo da calcio d’angolo Scarabattola spizza di testa e Rocchetti in spaccata anticipa tutti e mette dentro l’1-0.

Il secondo tempo ripartiamo con Carlani e Scarabattola in difesa, Rocchetti a metà campo, Antognelli e Schipani sulle fasce, Sabatino punta. Schipani e Rocchetti provano subito a chiudere l’incontro ma il portiere fa buona guardia. Al quinto è Sabatino, servito da Rocchetti, ad andare di nuovo largo. Il resto dell’incontro scorre con pochi altri sussulti e ci regala i primi tre punti.

Il secondo incontro ci vede opposti alla Polisportiva C4. Partiamo con Carlani e Rusciano in difesa, Rocchetti a metà campo, Schipani e Montegiove esterni, Cozzetto punta. Lo stesso Cozzetto prova subito ad approfittare di un retropassaggio avventuroso degli avversari ma, complice qualche zolla di dimensioni elefantiache, non riesce a controllare per battere. Ci prova allora Rocchetti al quinto su punizione senza però inquadrare il bersaglio. La C4 si fa vedere all’undicesimo con la punta avversaria che, favorita da un rimpallo, si trova a battere a colpo sicuro, la nostra “flying tiger” Squarta ci mette però la manona e dice no. Nel secondo tempo ripartiamo con Scarabattola e Rusciano in difesa, Seppoloni a metà campo, Antognelli e Schipani esterni e Carlani a fare da punta. Al secondo minuto la C4 passa in vantaggio con il suo centrale di metà campo che si libera della marcatura e riesce ad indovinare il tiro sotto il sette opposto su cui Squarta non può arrivare. Lo stesso Squarta, però, un minuto dopo, in piena crisi da gol subito, ci tiene a galla con un intervento da urlo. I nanerottoli si buttano all’attacco ma le condizioni del campo e l’atteggiamento avversario, il mister Tassini è costretto a 4 (QUATTRO) cambi per infortunio, ci impediscono di essere efficaci. Ci prova Scarabattola di testa da calcio d’angolo ma va alto, Rocchetti colpisce il palo su punizione al nono minuto. Non se ne esce ed anzi al decimo, su contropiede, subiamo il 2-0 che ci mette definitivamente KO.

I ragazzi escono dal campo sfiniti, consapevoli di aver dato tutto, e filano alle docce in attesa di conoscere il risultato dell’ultima partita che decreterà la vincitrice del torneo. L’attesa di noi genitori viene invece mitigata dall’arrivo dell’ineffabile Stiuccio (non ti chiamo Antognelli che sennò mi chiedono “Antognelli chi?”) che arriva con la solita piattata di fegatelli. “Stiuccio ma dobbiamo andare a cena!!!!” sono le labili proteste delle signore subito tacitate con un “E vabbè questo è l’aperitivo”.

L’incontro Giovanili Todi – Polisportiva C4 si chiude, dopo una bella battaglia, sul punteggio di 1-1 che dà la vittoria alla C4 e piazza i Tassinari al secondo posto finale.

Premiazioni volanti e poi via verso la Coccinella per la cena di fine stagione!

Questo è stato l’ultimo impegno ufficiale della stagione per i ragazzi del 2009!

Grazie di tutto ragazzi

Primi Calci 2010 Mister Falcinelli: Torneo Città della Pieve

Ci ritroviamo in quel di Città della Pieve per l’ultimo appuntamento stagionale che vede  impegnato il gruppo del mister Paolo.
Gruppo misto, oggi più che mai, viste le numerose assenze dovute anche alla giornata estiva che invitava più ad una scampagnata marittima che ad un torneo di calcio.
Ed il clima con cui ci presentiamo sembra proprio quello della scampagnata, almeno per quanto riguarda gli adulti. Per quanto riguarda i ragazzi, beh per loro è sempre un divertimento, ma quando scendono in campo il clima da scampagnata da spazio ad un clima battagliero ed agguerrito, nel senso positivo del termine. Scendiamo in campo capitanati dallo “Spaccio” che, in emulazione del padre, oltre alla fascia di capitano si presenta munito di cappellino, che fa venire in mente, almeno a me, il cappellaio matto di Alice nel paese delle meraviglie. Giochiamo due partite bellissime, contro Valdichiana e Chiusi in cui i ragazzi mettono in mostra quanto di meglio si potesse sperare, andando anche oltre le aspettative visto la giornata caldissima e visto che non si allenavano ormai da un po’. Note di gloria per “Nico” Chiurulla, autore del nostro primo gol con un tocco rocambolesco su mischia da calcio d’angolo. Malik, finalmente, e dico finalmente in gol dopo che l’ultimo segnato Babbo Natale stava ancora leggendo le letterine. E soprattutto “Leo” Tani, che dopo una stagione di imprevisti e sfortune, trova il suo primo e meritatissimo gol stagionale per la gioia sua e soprattutto di mamma Gabri, accompagnaTora in campo.
Ma vorrei menzionare anche gli altri, Amir Kassar autore di parate strappa applausi, ” Ludo” Zonno, che ormai svolge il ruolo di centrale difensivo di navigata esperienza, Alessio Pompili, tolto dal ruolo di portiere e scoperto dal mister Paolo come ottimo giocatore di fascia tutta grinta e corsa. “Spaccio” che, cappello a parte, ha messo in campo anche oggi tutto il suo temperamento. Mattia Borghini, riservato fuori dal campo ma autore di una prova tutta cuore e impegno davanti agli occhi della mamma, e Gabriele Ghezzi, molta corsa e ottimi dribbling.
Veramente bravi tutti, oggi è stata confermata la crescita che hanno fatto durante l’anno questi ragazzi,e questo è innegabile e agli occhi di tutti.
Allora di pranzo sono scesi in campo i genitori(e dico tutti, papà e mamme) che ospitati nella taverna del Terziere aperta per l’occasione hanno dato sfoggio di tutte le loro qualità mangerecce, affogate più che abbondante con dell’ottimo vino nero.
Per l’occasione il gruppo 2010 era coadiuvato dal gruppo 2011 (anche loro impegnati nel medesimo torneo) che ha reso la società Santa Sabina vincitrice indiscussa, almeno a tavola.
Dopo pranzo visita guidata al Duomo, non prima di un gelato per i ragazzi, e non prima di aver ammazzato, con efferata violenza, i caffè con un giro(preso molto alla larga) di limoncello e amaro del capo. Pomeriggio altre due partite contro Ellera e Sanfatucchio, giocate nonostante il gran caldo con lo stesso impegno e determinazione di quelle della mattina, e che ha reso i genitori presenti sugli spalti fieri ed orgogliosi dello spettacolo offerto in campo dai propri figli. Poi infinita lotteria per grandi e piccoli ricca di premi e per finire medaglie a tutti i partecipanti.
Ottima giornata, e visto che che siamo a conclusione della stagione ed abbiamo parlato anche di vino, per rimanere in tema direi un’ottima annata.
Grazie a tutti e buone vacanze!

Esordienti 2006 Mister Caristi: Santa Sabina – Campitello

Si torna a giocare in una calda serata. La partita ci vede dominare nel primo tempo, dopo essere passati in vantaggio con un bel gesto tecnico da vero attaccante di Cardaioli, non riusciamo a chiudere la partita complice la sfortuna su diversi tiri da fuori area di Miccioni, Pimpinelli e Mezzasoma. Nel calcio se “spagli” pagh. Nel secondo tempo soffriamo la velocità degli avversari che con due goal in pochi minuti ribaltano il risultato. Il terzo goal arriva quasi alla fine con i nostri sbilanciati in avanti per cercare il pari.

Questo è stato l’ultimo impegno della stagione, comunque positiva, con i due campionati chiusi al vertice, la vittoria del torneo di Cesenatico, la presenza a Roma in rappresentanza dell’intera Umbria e tanti tornei fatti giocando bene e uscendo sempre a testa alta. Domenica 16, abbiamo organizzato una giornata per stare insieme con piscina la mattina, il pomeriggio gara tra genitori e ragazzi con cena finale. Poi il meritato riposo per tutti, dopo questa annata lunga ed impegnativa. Un grazie va a tutti noi genitori, agli accompagnatori Fiandrini e Pimpinelli e al Mister Caristi per l’impegno, il coordinamento e la competenza data per tutti gli appuntamenti stagionali. Augurando a tutti una serena estate, auspico di rivederci tutti alle ripresa della nuova stagione, per continuare insieme il percorso di crescita dei nostri ragazzi.