Se di Novembre tuona, l’annata sarà buona…con tutta l’acqua presa questo week end, non abbiamo dubbio alcuno!!!

Siamo al countdown natalizio. Per i ragazzi si contano 20 giorni di scuola, o pochi di più per chi contempla il sabato, per gli adulti lavoratori siamo comunque lì con più fatica (forse!), ma alla fin fine siamo a meno di un mese dal Natale e, di conseguenza, dal termine dei campionati veri, quelli dalla categoria Esordienti in giù. Poi sarà un trepidare affinché ritorni febbraio, con il Carnevale, ogni scherzo vale!, e la ripartenza della stagione primaverile con Campionato e Tornei. Per il momento godiamoci questo novembre non freddo, ancora deve venire, ma piovoso che ha visto i nostri ragazzi impegnati in mille battaglie (solo ed esclusivamente sportive!).

Partiamo subito a tutto gas con gli splendidi bambini di mister Falcinelli, impegnati nel turno di Coppa infrasettimanale in quel di Ponte della Pietra, contro gli amaranto del Settevalli Pila. Serata fresca, ma non eccessivamente rigida e quindi via con il giocare a calcio.

IMG_3191

Primo tempo molto equilibrato, con i bambini delle due squadre attenti a non scoprirsi in difesa, cercando il possesso palla ed il fraseggio, per poi affondare i colpi. Le difese arginavano bene gli attacchi e alla fine lo 0-0 era quasi già scritto.

IMG_3190

Seconda parte di gioco più spettacolare e pirotecnica, con i tatticismo messi al bando e tante occasioni da ambo le parti. Erano i rossoblù a sfruttare le palle gol costruite e a far proprio il periodo di gioco, ma brave entrambe le squadre a giocare ad alti ritmi.

IMG_3193

Terza e ultima frazione di gioco con i ragazzi un po’ stanchi, giustamente, dopo aver corso come folli per i primi due tempi, e con le difese abili a scardinare le manovre offensive orchestrate dagli avanti delle squadre. Anche in questo caso uno 0-0 equilibrato che lasciava il tempo a tutti i genitori presenti di tributare la giusta e bella ovazione finale per la corsa dei bambini verso di loro.

IMG_3192

Voltiamo pagina e giorno, trasferendoci in quel di Solomeo, patria del prode Cucinelli che ha accolto i ragazzi del Santa Sabina con un bel piatto di frutta di stagione.

IMG_3250

Giornata estremamente piovosa quella che ha visto i 2010 del Santa Sabina sfidare i blu locali del Solomeo nel bellissimo impianto di quello che una volta era un campo di terra, luogo di mille battaglie dei vari Campionati Arci, Uisp e Figc. Le squadre non hanno lesinato energie, dimostrando di essere in crescita e divertendosi per tutto il match.

IMG_3242

Genitori presenti ed attenti alle gesta dei ragazzi in campo.

Nel frattempo in campo si studiava con attenzione il gioco.

IMG_3239

Nonostante l’aria frizzante, la pioggia che continuava a scendere copiosamente, l’aver mangiato piccante e salato creava necessità di bere….tanta acqua…..speriamo!!!!!

IMG_3245

Si giocava e bene, con le squadre impegnate nel dimostrare le proprie capacità tecniche.

IMG_3240

Uno sguardo anche nel campo adiacente dove altre squadre e altri bambini giocavano.

Nel frattempo la sete non si placava…..

IMG_3248

Pioggia o non pioggia proviamo a far gol.

IMG_3241

La concentrazione dello staff del Santa Sabina….quasi tutto….!!!!!

IMG_3246

Ma chi sono io, Alberto Tomba??????

IMG_3244

Mai più i salamini piccanti….mai più….ho seteeeeeeeee

IMG_3243

Saliamo a salutare lo squadrone 2004 di mister Matteo Tancini, una delle Sette Sorelle dei Grandi. C’era davvero tanta attesa a Santa Sabina, per il big match tra le prime in classifica e uniche squadre imbattute del campionato. Don Bosco e Santa Sabina non hanno tradito le attese, dando vita a una partita tosta e tirata, con la dimostrazione che entrambe le formazioni godono di ottima salute e che saranno protagoniste fino alla fine del campionato.

IMG_3254

Le reti del capitano Barlozzo e di Mangano non sono state sufficienti per battere i salesiani, autori a loro volta di un’ottima prestazione, che hanno siglato a loro volta due reti per un 2-2 finale giusto, che esalta le virtù di entrambe le squadre. I ragazzi del Tancio dovranno vedersela nel prossimo turno contro la Nestor, per una partita difficile, che dovrà essere affrontata con la massima attenzione, senza cali di concentrazione per rimanere in cima alla classifica, che vede tre squadre racchiuse in un solo punto. Dajeee.

IMG_3255

Ci spostiamo di categoria, 2006 di mister Mullay, e di zona trasferendoci in zona Percorso verde di Perugia, in cui gioca il Montemorcino. La pioggia non aiuta a mantenere in condizioni ottimali il campo, ma nonostante ciò le squadre hanno dato vita ad un bel match equilibrato.

IMG_3257

Azioni ficcanti da ambo le parti, con mister Mullay che intendeva omaggiare l’esercito francese del 1830, con il corpo degli Zuavi, che dette il via alla moda dei calzoni arricciati fin le ginocchia. Forse il suo non era proprio un modo per ricordare gli Zuavi, ma per evitare di tornare con calzoni completamente bagnati!!!!!! Primo tempo giocato bene e chiuso in parità per 1-1, con le squadre che cercavano di prendere le misure al campo, dosando forza nei passaggi e cercando di far leva sulle abilità tecniche, per domare il campo. Nella ripresa il MonteMorcino riusciva a sfruttare una bella occasione da rete e passava per 1-0, con i rossoblù comunque in partita e mai domi.

IMG_3258

In panca si soffriva (per il freddo) e si rideva (per non sentir freddo)!!!!

Terza parte di gioco e Santa Sabina sugli scudi, con la squadra a lottare su ogni pallone, come i ragazzi di casa, ma abile a cogliere la rete del meritato vantaggio e del pari finale con rete di Capoccia che s’iscriveva nel tabellino marcatori al pari di Svevi. Usciamo ‘sconfitti’ per il solo fatto di aver perso gli ShootOut, che continuiamo a escludere dal computo dei risultati, per il semplice fatto che nella stragrande maggioranza delle partite delle annate 2006-2007 non vengono assolutamente calciati, nonostante vi sia una nota ben specifica da parte della federazione. Ovviamente quando parliamo di risultati, lo facciamo in modo evidentemente superficiale, in quanto per queste partite esiste solamente il migliorarsi, il crescere, il divertirsi. Il perdere per gli ShootOut o il vincere, ben poco rendono alla causa comune, di tutte le società (o quasi!), di veder costruire un’idea di sport, che poi ovviamente diventerà diversa man mano che si sale d’età, ma che fino alla categoria Giovanissimi deve tener conto esclusivamente di sorrisi e divertimento. E anche di pantaloni alla Zuava!!!!!!!!

IMG_3256

Passiamo alla ciurma di Capitan Jack Sparrow con il racconto di SteBo, in arte ‘il Borgo’.

E siamo al giro di boa. La prima giornata di ritorno vede scendere in campo al Mariotti i 7 pirati 2010 di Giacomo “Jack Sparrow” Tassini provati dal recupero infrasettimanale di giovedì contro Todi che li ha visti uscire sconfitti, non troppo aggressivi e sopratutto poco  convinti nelle conclusioni.

IMG_3263Stavolta a giocarsi la posta con i piccoli blau-grana, sono i verdi del Giovanile Deruta San Nicolò. Niente affatto spaventati da questo tour de force, oggi sono apparsi più arrembanti e determinati, caricati e incitati anche dai propri genitori alLietati per l’occasione da ottimo vin brulè distribuito direttamente in tribuna “golf”.

IMG_3266

Ci permettiamo di interrompere il racconto del Borgo, solamente perché l’immagine in basso a destra la conosciamo….uno spicchio di Chiaro di Luna….qualche minuto prima stava brindando con i 2007, poi lo vediamo sorseggiare del vin brûlé…Al…Al…occhio!!!

IMG_3267 2-3-1 è il modulo scelto dal nostro condottiero nei primi 15′.  Bum-bum Benda ci delizia con una doppietta degna del più veterano dei cannonieri e chiudiamo la prima frazione con un netto 2-0. In difesa non si passa. Edo “Spiderman” Bellofatto  guida alla grande la coppia centrale Mine-Borgo.

IMG_3277Dopo lo spavento della cappelliera nel pre-partita, nel secondo assalto al vascello verde, Lorenzino “freccia rossa” Bicorgni si riprende e conclude a rete dopo una bellissima azione personale. 1-0 e partita vinta.

IMG_3262Soliti giri di valtzer nel terzo tempo e altra bella giornata vinta dal divertimento dentro e fuori dal campo.

Da segnalare la meravigliosa iniziativa di 4 dei nostri portacolori che, non partecipando più alla partita,  hanno invitato i 2 “panchinari” del Deruta San Nicolò a fare un giro di “mundialito” nel campo a fianco. Bravi ragazzi! Ottimo spirito.

IMG_3264

E avendo preso, giustamente sul serio, il nostro concorso per la Fotografia dell’Anno, il Borgo non perde occasione per cimentarsi….in questo caso pagando anche un’astronave aliena pur di far risultare spettacolare la foto…

IMG_3275

La nostra giuria al lavoro per capire se vi sono gli estremi per corruzione di Alieni…..!!!!!

IMG_3274

Rimaniamo in ambito identico in termini di età, spostandoci di campo e di luce in quel di Ellera. Tante bellissime fotografie, in questo caso ringraziamo Simona Freschini, che competeranno con quelle del Borgo e di tanti altri fotoreporter per l’assegnazione del nostro premio.

Sfida davvero interessante tra i blu di casa e i nostri rossoblù. Tanta intensità, ottime trame di gioco e spettacolo che i genitori hanno riconosciuto attraverso gli applausi che hanno dedicato ai ragazzi.

Dove a volte si vedono gesti inconsulti….qui vediamo l’eleganza del gesto della rimessa laterale.

IMG_3287

Momenti di calcio….

Chiudiamo la nostra panoramica del week end, prima del lunghissimo saluto al gruppo 2008 oramai parte integrante della stampa nazionale, con un saluto ai gruppi 2007 e al gruppo 2006 di mister Caristi. In attesa del suo consueto e sempre fantastico articolo, Vinc Iannotta ci aggiorna in merito al gruppo di mister Gigi, che supera il Magione 3-1 al termine di un bel match. Mandiamo in onda solamente la foto dei goleador di giornata.

IMG_3252

Cava – Bomber Luke – Jack

Approfittando del turno di riposo per entrambi, mister Caristi e mister Skip hanno concesso alle squadre di disputare una sgambata al Flavio Mariotti. Il meteo è stato abbastanza clemente, con qualche goccia caduta durante la partita, ma che ha permesso ai genitori di guardare i propri ragazzi giocare, bene, e divertirsi per poi salutarsi in un Terzo Tempo tanto improvvisato quanto divertente, con Prosecco e pizze a fungere da antipasto per il pranzo domenicale certamente ricco di ottime prelibatezze.

IMG_3284

Un grande applauso ai ragazzi di mister Andrea Maffei, capaci di cogliere un successo meritato, per quanto sofferto, contro l’ottima formazione dell’Olimpia Collepepe Pantalla. Il lavoro di mister Andrea sta davvero venendo fuori, con i ragazzi sempre più coinvolti nelle dinamiche di gioco, consapevoli dei propri mezzi e in fiducia nel prendersi responsabilità. L’abilità di mister Maffei di gestire un gruppo di ben 17 elementi, che lo scorso anno giocavano in gruppi diversi, amalgamarli e renderli prima di tutto una squadra, ha permesso ad ognuno di loro di crescere esponenzialmente. La bella prestazione di ieri ne è la riprova, nonostante le varie assenze importanti del roccioso difensore Schipani, del tenace centrocampista Cavalletti, del bomber Costarelli e dell’estremo difensore Fiore Tulipano Azzurro.

IMG_3299

Primo tempo giocato benissimo da entrambe le squadre, con ritmi alti e ottime trame di gioco. Si fanno preferire i rossoblù in fase di organizzazione, riuscendo a salire di squadra in un paio di circostanze, in modo lineare e veloce. Dani Alves D’Avino a sinistra, Bip Bip Papi a destra e Franci Baresi Procopio al centro alzavano una linea difensiva quasi impenetrabile e nell’unica circostanza pericolosa, costruita dai bianchi ospiti in contropiede, il tiro dell’attaccante s’infrangeva nel corpo del nostro portiere Leo in uscita, che con un pizzico di fortuna respingeva la sfera. Super Mario Politano, Ricky Perisic Lukic e Ale Busquets Bicorgni gestivano la mediana, proponendosi anche in fase offensiva, mentre in attacco il duo Roma-Napoli composto da Marco Del Vecchio Barbacci e Vinc Callejon Rachiglio provava ad offendere la retroguardia ospite. Gara molto intensa ed equilibrata, che si avviava al riposo sullo 0-0, quando una bella azione dei rossoblù portava Callejon Rachiglio a liberare un destro dai diciotto metri che s’infilava a fil di traversa. 1-0 e tutti in panca.

IMG_3282

Mister Andrea Maffei, in arte ‘Il Maffo’ da segnalare il suo ottimo mancino da giocatore di qualità, nonché fatto non secondario il suo amore per i colori neroazzurri dell’Inter, stimolava i suoi a non calare la concentrazione in quanto ci attendevano altri quaranta minuti di gara contro una forte squadra. Il rientro in campo era di quelli davvero duri: i bianchi ospiti alzavano i ritmi, cercando di pressare i ragazzi di casa in modo continuativo. Tommy D’Ambrosio Orsini e Christian Cuadrado Baglioni gestivano la fascia destra, mentre Luca Roberto Carlos Magnani scortava l’avanzato Andrea Pjaca Febbroni in corsia opposta, con Franci Procopio spostato in mediana e Bip Bip Papi sistemato al centro della difesa e infine Lori Netzer Brencio e Tommy Hrubesch Giancarlini finalizzatori della squadra. I rossoblù accusavano la veemente reazione dei bianchi di casa, spinti dal duo composto dal numero sette, attaccante veloce e bravo tecnicamente e dal numero otto, a nostro avviso il migliore in campo, dotato di ottima tecnica e di grandissima corsa, praticamente onnipresente in tutte le zone di campo. Sbagliamo una sola uscita dalla nostra area difensiva e la paghiamo carissima, con l’attaccante che sguscia veloce verso la nostra porta, supera in uscita l’estremo rossoblù e deposita in rete la palla del vantaggio. Pur essendo di parte, non riteniamo così clamoroso l’errore del nostro portiere, anche se la sensazione della tifoseria è che forse avrebbe potuto fare qualcosa in più. In ogni caso siamo sotto a metà ripresa. La squadra non si disunisce, proviamo a scardinare la difesa ospite dai fianchi, dopo aver colto il palo con una serpentina favolosa del Febbro. Arriviamo più volte in zona tiro, senza centrare il bersaglio e quando lo facciamo il bravo portiere del Collepepe monta buona guardia. Gettiamo sconsolati uno sguardo all’orologio che segna 19 minuti e 46 secondi, quando il Capitano Franci Procopio avanza sulla linea mediana e spara un tiro imparabile che sorprende il portiere ospite e si depone in fondo al sacco. Seconda parte chiusa in parità e sarà il terzo periodo a decidere il risultato finale (per quel che vale!!!). I nostri rientrano molto concentrati con mister Maffo che ruota tutti i ragazzi in organico, così come opta il formatore dei bianchi ospiti. La partita sale di tono e di livello, sempre molto corretta, e difatti le uniche note stonate arrivano sempre da fuori con chiamate di falli laterali e punizioni che dovrebbero essere lasciate ai correttissimi ragazzi di entrambe le squadre. Ma, come sempre, a chi sta fuori piace essere protagonista e talvolta mettono in difficoltà i ragazzi che pensano solo a giocare e divertirsi. Ciò detto il Collepepe si dimostra squadra molto vivace e ben organizzata, e nella prima parte del tempo ci mette onestamente in difficoltà. I nostri stringono i denti e resistono, aiutati dalla buona sorte quando il bravo attaccante dei bianchi scaglia un destro dal limite che Leo respinge, sui piedi dello stesso che stoppa la sfera e la calcia nuovamente in porta, con Leo che riesce, con la solita fortuna, a ribattere in corner. Scampato il pericolo, organizziamo un paio di sortite offensive che incutono paura al Collepepe, che sospinto dalla mai doma intensità del suo numero otto, alzava nuovamente la linea mediana, costringendo i rossoblù a difendersi con le unghie. Il finale era davvero intenso, con le squadre a punzecchiarsi come due pugili stremati e il gong finale, il fischio del Maffo, spedisce entrambe le squadre a prendersi i meritatissimi applausi dei tanti genitori presenti.

IMG_3283

Il nostro Andrea Maffei con i piedi ben dentro il campo a sostenere i suoi ragazzi.

Ultimo articolo di giornata, con protagonisti i nostri ineguagliabili 2008. Stavolta decidiamo di partire dalla fine, con il segreto, vero e unico, del gruppo 2008.

IMG_3301

L’idea di portar via il Terzo Tempo, ovunque si vada a giocare è prerogativa, forse unica in Italia, del gruppo di mister Ale Pink. Il caschetto giallo è l’arma di tutela di chi si appresta a tenere a bada l’orda di famelici, che da lì a breve assalterà la diligenza…

Ovviamente per non farci mancare nulla, come cimelio della partita, riportiamo a casa alcuni ‘fili d’erba magica’, un po’ come gli scarpini nel film Jimmy Grimble.

IMG_3302

Ci presentiamo al cospetto della Vis Nuova Alba da imbattuti e la tensione dei tifosi, per mantenere saldo questo score, si taglia a fette…..più o meno!!!!!!!!!!!

IMG_3305

Il riscaldamento termina, le squadre sono pronte a darsi sportivamente battaglia e si entra in campo.

IMG_3304

La pioggia non lesina sconti, ma i ragazzi sembrano non accorgersi di nulla. Ci si scambia il giusto ‘cinque’, si scatta per un ultimo riscaldamento e ci si sistema in campo……

IMG_3306

Non vola una mosca e anche se volasse non toglierebbe alcunché alla concentrazione dei ragazzi….mister Ale osserva, ma fanno tutti gli gnorri…..!!!!!!!!!!

IMG_3307

Nel frattempo, neanche si fosse ad Hogwarts, in una sfida a Quidditch, i nostri portieri, con la scopa invisibile, provano a respingere la pluffa…..

La sfida di oggi vede Grifondoro affrontare Serpeverde, nello stadio adiacente la Scuola di Magia e Stregoneria di Hogwarts. I cacciatori si mettono in posizione, mentre i nostri iniziano a predisporsi in campo. La pioggia costringe i cercatori a farsi piccoli piccoli, pur di individuare il Boccino d’Oro. IMG_3310

Il Professore di Pozioni Alexei Pinkerton, metteva in guardia i suoi ragazzi dagli incantesimi dei giocatori di SerpeVisverde, molto bravi nelle Arti Oscure del non prendere gol e nello scagliare luminosi palloni verso la porta difesa dai nostri portieri……

La casa di Grifondoro vinceva il primo assalto, scoccando la pluffa con il suo bomber Luke per ben due volte verso la porta stregata dei SerpeVisVerde, e riuscendo a mantenere incantata la propria dagli assalti dei verdi locali.

IMG_3311

Come si vede benissimo dalla foto, l’Incantesimo BagnaAsciuga, che consiste nel tramutare l’acqua in whisky non è ancora riuscito al meglio al Professor Pinkerton…!!!

IMG_3312

Neppure la Magia più avanzata può togliere stanchezza dalle gambe dei ragazzi…..

L’incantesimo Prendi e Vola funziona benissimo…..

IMG_3316

Ehm….non sempre….!!!!

La Casa di Grifondoro

Pedro al lancio della palla e alla stretta del Professor Pinkerton….

Siamo al termine, o quasi, della sfida di Quidditch….e vediamo alcuni giocatori….nel frattempo non si è ancora trovato il Boccino d’Oro….il nostro Cercatore sembra essersi smarrito….

In questa foto Luke da dimostrazione di aver studiato bene l’Incanto Pupazzum…. Professor Pinkerton tramutato in Minion……

IMG_3319

Lezione di spinta Magica…..

IMG_3320

Ovviamente si festeggia anche e non poteva mancare un bel brindisi….auguri Marco….

IMG_3318

Ehm….bene festeggiare, ma non scolarti tutta la bottiglia Marco, che poi l’Incanto Riempum non ti riesce maiiiiiiiiii……

IMG_3321

Siamo agli sgoccioli…no, non del Proseccum di Marco, quello è proprio finito, ma del nostro articolo….e proponiamo altre tre foto….la prima ritrae due Professori di Hogwarts, famosi per le loro disparate qualità magiche…e non solo.

IMG_3322

Il Professor Vincenzum, con cattedra di Interologia, mentre accanto a lui con sguardo sornione, troviamo il Professor Marius, che insegna la Magia più grande che possa esistere…Spiegazioni di Come la Juventus riesca a Vincere senza Rubare….ci vuole veramente tutta la maestria magica del Professor Marius….!!!!!!!!

Infine lo squadrone di Grifondoro….

IMG_3303

In ultimissimo….La Gazzetta del Profeta, il giornale dei maghi, è riuscita ad avvistare il cercatore della squadra….che ovviamente non trovava il Boccino d’Oro….non era proprio nei paraggi……Ciao Mitico Miccio…..e grazie per il saluto……

IMG_3259

“Sembra la finale di Champions League”

San Marco (PG), 17 Novembre 2018, ore 17:30
Esordienti di Mr Luzzatti.
San Marco Juventina-Santa Sabina, il racconto della partita
IMG_3106
Sensazioni

“Sembra la finale di Champions League”, dice qualcuno a qualcun altro mentre,  fuori, “soffre” e incita i compagni in campo.

“Qualcuno a qualcun altro” sono i 4 ragazzini che vivono da fuori gli ultimi interminabili momenti di questa partita, qui, sui campi in sintetico della società sportiva San Marco Juventina.
Si parla di “intensità” qui, adesso. Una parola che fa rima con impegno, passione, coraggio, determinazione, fatica, sudore.
Pensi, mentre ascolti quello scambio di opinioni tra voci ancora bianche, che quel ragionar per metafore, non ha nulla a che vedere con finali o con il risultato di una partita, bensì con i valori dello sport.
Quelli veri.
Pensi, mentre li guardi, quelli in campo che dopo 56 mintui ad altissimo numero di giri, stanno ancora lì a provarci, a dare l’anima, a mettercela tutta, provati dalla prima tramontana dell’anno, da un avversario tosto e da una serata che sarebbe stata frustrante per chiunque. Ma non per loro.
Loro erano lì a dare il massimo e lo hanno fatto per 63 minuti.
Chapeau.
Quando i figli ti insegano il vero valore dello sport…
IMG_3064
Un pezzo di storia (con sorpresa)
San Marco è adesso la patria di alcuni dei nostri ex mister e formatori.
E la sorpresa (complice la segnalazione di Fabio Antognarelli che ringraziamo) a noi la fa, manco a diro, l’indimenticabile Mister Andrea Dodaro.
Mr Andrea è stato per molti di questi ragazzi un pezzo di Storia. Mr Andrea li ha presi, un anno, per mano da quelle di Mr Gianmarco per insegnargli -al di fuori di ogni retorica- tanto, anzi tantissimo. Lui, formatore con la F maiuscola, che ha voluto creare in loro le fondamenta dello sport più bello e pulito, quello fatto dei valori che contano. Lui che ha saputo educarli, letteralmente, allo sport e al calcio. Lui che, semplicemente, ha rapprentato un pezzo di storia e rappresenterà sempre un pezzo del cuore di questi ragazzi e di tanti di noi più grandi. Grazie per la sorpresa, Mister (infinita riconoscenza).
La partita
Lottatissima, manco a dirlo, da entrambe le formazioni.
E’ un bel campo, quello di San Marco ma nella configurazione a 9vs9 è allestito…al minimo sindacale, dimensionalmente parlando. In particolare, appare davvero stretto.
Le porte, purtroppo poi, sono fuori misura: ci dicono che quelle regolamentari sono state distrutte, spazzate via dall’uragano di qualche settimana fa e per questo ripieghiamo sulle “vecchie” (per noi appartenenti a un’età purtroppo già ormai lontana”) 4×2. Non importa.
Il tutto fa presagire una partita estremamente confusa, ammucchiata e disordinata. Sicuramente con pochissimi gol.
Gli shootout danno la prima conferma di quanto sarà difficile far gol: terminano complessivamente 6-3 per i locali che significa 9 gol su un totale di 36 tentativi one-to-one.
Noi non ci riusciremo, loro si.
IMG_3063
1°Tempo
Inizio partita con Mr Luzzatti che conferma l’efficace modulo tattico delle ultime partite.
Primo tempo con in campo: Saba tra i pali, linea difensiva a 3 con Ale, Filo e Lore, il consueto duo Tommy-Anto a centrocampo con ai lati Gabry e Thomas; Luke punta.
E’ un primo tempo che ci vede stranamente in difficoltà, noi che fino a stasera, siamo sempre riusciti a impensierire fin da subito l’avversario con partenze lampo. Il lancio di Tommy per Luke sembra il contropiede perfetto già al primo, ma il recupero del difensore locale chiude brillantemente l’iniziativa. Ci schiacciamo abbastanza rapidamente, lasciando l’iniziativa ai bianchi locali. Non riusciamo a imbastire alcuna manovra elaborata e i due di centrocampo hanno una difficoltà enorme a proporre soluzioni di qualità o ad allargare il gioco. Andiamo al tiro con Anto ma fuori.
I bianchi sono minacciosi in più di una occasione ma non capitalizzano, grazie ad un miracoloso Saba almeno in un paio di occasioni e ad una nostra retroguardia davvero attenta. La nostra migliore occasione, nonostante un Luke al solito estremamente volitivo in mezzo al campo, capita ancora una volta nella forma del contropiede veloce, innescata da un’uscita di prima intenzione sul loro angolo all’undicesimo: Alessio allontana di testa, Luke vede il buco e serve un brillantissimo Thomas che si fa 20 metri da solo prima di essere fermato in corner dal loro accorrente 9 (multato poi per eccesso di velocità) proprio sul più bello, mentre carica il destro a tu per tu col portiere. Peccato. Azione fotocopia a parti invertite qualche minuto più tardi ma qui è il portiere ad anticipare Luke innescato meravigliosamente da Thomas. Bastava mezzo metro di tempo…in più…
A bordo campo avevo avuto l’impressione che, il primo, fosse stato un tempo davvero troppo sofferto e da assegnare, ai punti, agli “juventini”. Riguardando le immagini (come sempre, grazie infinite Alessandro per le preziose e apprezzatissime riprese-ricordo!) direi che, invece, ce la siamo giocata a viso aperto.
2° Tempo
Nel secondo tempo, Anto, Gabry, Tommy e Lore lasciano il posto ai compagni più freschi e la formazione diventa: Saba in porta, Greg, Filo e Ale in difesa, Luke mediano, Fedy regista, Thomas e Jack cursori e Cava in attacco.
La musica cambia repentinamente. La squadra ha adesso una maggiore vocazione offensiva e siamo noi adesso ad avere costantemente il pallino del gioco. Il Santa Sabina cala qui l’asso di un tasso tecnico e agonistico di prim’ordine unitamente a quell’intensità di cui sopra.
Il secondo tempo è, letteralmente, un assedio. Jack è formidabile sulla sinistra, la fascia più utilizzata. Al centro del campo Luke ma soprattutto Fedy assemblano e propongono trame straordinarie. Cava è mobilissimo là davanti e a metà tempo è sfortunatissimo a colpire quel maledetto palo che ancora una volta gli nega (e nega a tutta la squadra) la soddisfazione del gol. Contribuisce magistralmente alla manovra un grandioso Greg sul fronte di sinistra. Nelle retrovie, Filo spezza qualunque cosa. Subiamo un solo tiro in porta in tutto il tempo, contro una quindicina dei nostri. Non va, non si segna, non c’è verso.
La partita sarà decisa da un episodio: era scritto, ormai è chiaro. A favore di chi?
IMG_3105
3°Tempo
Terzo Tempo caratterizzato dall’usuale rotazione, con una prima parte proposta da Mr Luzzatti più mobile ma più leggera, a causa del normale avvicendamento e dalla necessità di alcuni di riprendere fiato. Rischiamo subito su una indecisione difensiva con i bianchi vicinissimi alla segnatura su traversone dalla fascia sinistra: ci va bene stavolta. Ma restituiamo immediatamente il credito su un contropiede innescato da Monsi per Cava che da solo davanti al portierone locale sciupa malamente.
Abbiamo difficoltà a fare filtro a centrocampo ma soprattutto ad “alzarci” rapidamente dalla zona di difesa. E al 7° l’episodio, eccolo.
Lollo imposta su Tommy che nel tentativo di mandare di prima Jack sulla sinistra prima cincischia sulla palla poi tenta il recupero ma la palla resta lì. L’11, re del rimpallo, tira di prima dal limite. La palla viene murata dallo stomaco di Anto, ben posizionato. La palla resta però ancora troppo nei paraggi della porta. Greg, in mezzo a due, si perde un solo istante il numero 17 che trafigge Saba da 4 metri. Siamo puniti. Severamente, ingiustamente e ovviamente, nel peggiore dei modi. L’esultanza dei ragazzi della San Marco Juventina è…da finale di Champions League…a tratti “oltre”: ci sta…anche loro aspettavano questo gol. Forse lo aspettavano da chissaqquanto. Un po’ come noi d’altronde.
La reazione è veemente ma scomposta: ci provano Tommy, Cava e Luke ma non si passa. La delusione sul volto dei ragazzi dura un istante: sanno di aver dato il massimo e di aver vissuto e regalatoci la più bella partita per intensità giocata fin’ora.
Si meritano un applauso, una standing ovation anzi. Perché sono dei ragazzi straordinari. Bravissimi!
IMG_3062
Uno per tutti, tutti per uno
Saba. Salva quella palla sull’uomo a mezzo metro dalla porta che ancora non abbiamo capito come abbia fatto; nella seconda abbiamo il terrore di rivedere Szczesny al 90esimo della partita col Manchester U.: tiro cross dal limite con rimbalzo davanti al portiere e ammucchiata di gente in arrivo. Poi tiriamo un sospiro di sollievo enorme: abbiamo SuperSaba Handanovic in porta e il miracolo è compiuto alla perfezione. Ne seguiranno altri due, poi: straordinario come sempre. Nulla può in occasione del gol.
LoreSg.  Il suo è un contributo notevole di ordine e pulizia, fondameltale in una partita giocata all’arrembaggio e all’arma bianca da entrambe la parte. Fa il suo, senza sbagliare praticamente nulla che poi è il massimo che ci si deve aspettare da un difensore. Bravo Lore.
Filo. Il primo tempo è davvero del tipo “lotta dura senza paura” su quella fascia sinistra incasinatissima in cui Filo riesce a trovare quasi sempre il bandolo della matassa. Nel secondo, da ultimo uomo, è semplicemente maestoso e insuperabile. Anche per lui una prestazione notevolissima.
Greg. Secondo tempo assolutamente esaltante per il nostro Gigante Buono che recupera, imposta e propone filtranti di qualità elevatissima. E’ il Greg statuario di Agello di esattamente un anno fa (leggasi “Lotta nel fango ad Agello”). E’ il Greg che non ha paura di nulla e che sposta alla meglio il baricentro della squadra in avanti al momento opportuno. Sul gol era davvero difficile riuscire a fare qualcosa, per la sfortuna e la velocità con cui si è concretizzata l’azione.. Uno dei migliori in campo.
Ale. Arriva al campo con un “piede acciaccato” perché vuole esserci. La difesa con lui dentro è di una sostanza straordinaria e questo lo sappiamo già. Oggi ci tocca incorniciare quel recupero su velocissimo contropiede avversario in cui Ale deve girarsi, frenare all’indietro e trovare in tutto questo il tempo giusto dell’intervento: dietro di lui solo il Saba. Operazione riuscita, manco a dirlo. Diciamo, ripetendoci, che se esistesse una contabilità dei gol evitati in qualunque modo, Alessio si porterebbe a casa ogni partita il pallone: credo che abbia fatto una tripletta anche stavolta…
Gabry. La fascia sinistra è incasinatissima nel primo tempo e Gabry lavora fitto fitto di “rottura”. Riesce in un paio di occasioni a innescare tentativi di contropiede direttamente dalla mischia, dimostrando di essere alle prese anche con questo fondamentale. peccato per quell’errore di posizione che leva a Tommy il tempo della battuta a metà del terzo tempo.In crescita.
Thomas. E’ il più attivo e brillante nel primo tempo ed è quello che insieme a Luke riesce ad arrivare più vicino al gol. Gli manca mezzo secondo su quel contropiede e un gol che avrebbe sicuramente meritato. Fa un lavoro intensissimo sulla fascia destra per tutto il tmepo che è in campo, contrastando e spingendo a tutta birra. Ottima prestazione.
Tommy. Straordinaria abnegazione per il nostro mediano di spinta che però stavolta conosce una partita durissima e poco congeniale. Il primo tempo è di assoluto sacrificio: non si trovano spazi per l’appoggio ed c’è da mettersi giù con pazienza immane stavolta per dare un verso alla giornata. Nel terzo tempo, post-go-subito, ritroviamo il consueto Tommy che ci prova e ci prova senza fortuna, murato in un’infinità di occasioni…Instancabile, inesauribile.
Jack. Inanella un’altra prestazione super, Jack, sulla fascia di sinistra. Sgomita, lotta e corre come un ossesso avanti e dietro centrando pienamente le consegne del mister. Mette in mezzo palloni d’oro e a tratti ci prova a mettere i puntini sulle “i” della sua bravura. Il pallone in gol, anche qui davvero incredibilmente, non ci va ma i puntini sulla sua prestazione e bravuta ce li mettiamo lo stesso, noi.
Fedy. Prestazione sontuosa del “pennellatore mancino” della squadra. Nel secondo tempo è straordinario con imbucate a destra e a manca e qualche tentativo di finalizzazione mancato per poco. Sbaglia complessivamente poco e questa rappresenta la sua migliore prestagione della stagione fin’ora giocata. Come direbbe papà Alessandro…”Daje fedyyyyyyy!”
Luke. Ennesima prestazione notevolissima della nostra punta di diamante che fa il diavolo a 4 per tutto il tempo che è in campo. La davanti vince quasi tutte le battaglie col difensore di turno andando vicino al gol in almeno 3 occasioni. Ci prova da tutte le parti, anche lui senza fortuna ma quello che rende Luke imprescindibile questo anno è il suo lavoro a tutto campo. Sembra Cavani, a volte.
Cava. Quel maledetto palo gli nega ancora la gioia di un gol che cerca da tempo e che sarebbe, semplicemente il giusto riconoscimento per quanto Cava mette in campo ogni partita. Lavora una quantità enorme di palloni la davanti, correndo a più non posso e imbastendo ogni volta una guerra personale con la difesa avversaria. Sbaglia in occasione del contropiede a tu per tu col portiere in due circostanze, come se avesse perso al fiducia nella sua capacità magica di fare gol. Invece no, Lore…aspettiamo il primo che sarà come il tappo che salterà via dalla bottiglia di champagne. E da lì festeggeremo tutti.
Anto. Primo Tempo a trotterellare nella consueta posizione centrale di centrocampo a sostegno di Tommy o interscambiato con lui da regista. La giornata è difficile per entrambi, la in mezzo. Forse la più difficile questo anno, con una zona centrale troppo chiusa nel primo tempo per fare qualunque cosa. La giornata poi ci mette il carico della sfortuna, anche: subiamo il gol mentre è schierato centrale di difesa, con il suo stomaco che non riesce a deviare un po’ più in là la sassata dal limite…che diventa assist involontario per il gol. Dopo 5 partite ufficiali torna al tiro in porta. O meglio, verso la porta. E alla fine…non è poco.
Contromatematica
Mr Luzzatti e la squadra. Non potendo contare su talenti puri e avendo a che fare con una squadra che più eterogenea non si può ha trovato il modo di tirar fuori da ciascuno il massimo che potesse dare. I suoi allenamenti ad altissimo tasso di mobilità e senza sosta hanno fatto dell’intensità quel massimo comune divisore che, in partita, si trasforma miracolosamente in (mi uccideranno i matematici lettori) minimo comune multiplo. Un assetto tattico ormai consolidato poggiante su una colonna portante solidissima e sulla passione e l’instancabilità di questi ragazzi crea quel miscuglio magico che consente a questa squadra, a questi ragazzi, non di vincere, bensì certamente di giocarsela su molti campi. A viso aperto, sempre, e senza mai sfigurare.

In assenza del calcio di Serie A e B, ci divertiamo con qualche passeggiata, un po’ di freddo e tanti sorrisi….rossoblù!!!

Benvenuti su queste pagine, da cui proviamo ogni fine/inizio settimana a raccontarvi le nostre gesta, per meglio dire quelle dei ragazzi, che sono sicuramente più interessanti, appassionate, entusiaste e genuine. Week end davvero molto lungo e come sempre denso di appuntamenti sportivi e non solo. Infatti iniziamo con una bellissima iniziativa benefica. Siamo da sempre amici di Giacomo Sintini e della sua Associazione, e quando possibile ci ritroviamo per condividere momenti intensi ed emozionanti. Questa volta siamo stati insieme presso il Gherlinda, con Giacomo Sintini e Giuseppe Bergomi, alla presentazione del libro scritto in collaborazione con Andrea Vitali, uno degli scrittori più bravi del nostro paese, vincitore del Premio Bancarella e finalista del Premio Strega, insieme ad uno Psicologo dello Sport, Samuele Robbioni.

LogoSINTINI-ott

Nel ricordarvi di fare donazione a questa Associazione, che finanzia progetti di ricerca e sviluppo in ambito oncoematologico, abbiamo salutato con calore Giacomo Sintini, che come sempre è stato gentilissimo con tutti i ragazzi, ai quali sono andati i complimenti suoi e di Beppe Bergomi e di Samuele Robbioni per l’attenzione che hanno mostrato durante l’intervista. Pomeriggio davvero importante con oltre venticinque ragazzi che, in rigorosa divisa sociale del Santa Sabina, hanno seguito le storie raccontate da Bergomi, i consigli dello psicologo e le domande di Giacomo. Domande che poi i ragazzi hanno fatto a Bergomi, con ironia, arguzia e tanti sorrisi. Complimenti ragazzi.

IMG_2937

Dopo questa bellissima pagina di sport e vita, iniziamo la nostra lunghissima parentesi in rossoblù, con ben due premesse: la prima riguarda la nostra oramai famosa Cena di Natale, prevista per Sabato 15 dicembre 2018. Non prendete impegni, in modo da poterci scambiare gli auguri e far trascorrere una bella serata ai nostri figli.

SANAT NATALE.001

Durante la cena, verrà effettuata l’estrazione della Lotteria di Santa Sabina, quest’anno resa davvero ricchissima da ben 28 premi, che la rendono pressoché unica. I tagliandi sono in vendita presso tutti i nostri Accompagnatori e anche presso la Segreteria della Società e riguardano ovviamente i soci e i sostenitori della società, essendo una sottoscrizione interna.

IMG_2541

L’ultima info prima di scatenarci con i vostri racconti, le vostre foto e le vostre passioni, riguarda il rinnovo del Consiglio Direttivo dello Junior Santa Sabina. Dopo due anni di ottimo lavoro, il Consiglio termina il suo mandato e rimette ai suoi soci il mandato elettivo. Venerdì 30 novembre alle ore 21.00, presso la Coccinella, i soci iscritti allo Junior Santa Sabina eleggeranno il nuovo Consiglio Direttivo, per i prossimi due anni. Avremo modo e tempo per parlarne approfonditamente, ringraziando fin d’ora i consiglieri che hanno ben lavorato in questo periodo e auspicando che il nuovo Consiglio mantenga e se possibile migliori, gli elevati standard che questa nostra società, grazie al contributo di tutti, è riuscita a raggiungere.

Eccoci finalmente alle nostre squadre. Prima Squadra sugli scudi con la bella vittoria in trasferta contro il Vitellino per 3-2, nonostante fossero sotto 2-1 a dieci minuti dal termine. Preciado pareggiava i conti, prima della rete decisiva del bomber Marchesini a pochi minuti dal termine. I rossoblù hanno giocato una buona gara, imponendosi meritatamente e salendo al 4° posto solitario in classifica. Siamo solamente ad un terzo del campionato, ma i due prossimi incontri della squadra di mister Porrozzi, che affronterà al Flavio Mariotti Pontevilla e Real Virtus che inseguono a tre punti i rossoblù, potrebbero dare indicazioni importanti in merito alle ambizioni del Santa Sabina.

IMG_3077

Riccardo Marchesini

Sconfitta per la Juniores di mister Mencaroni in quel di Lama, contro la capolista del torneo. I fortissimi altotiberini hanno dimostrato tutto il loro valore, confermando la leadership in campionato, ma i ragazzi di mister M.M. sono stati in partita sino alla fine, con il risultato in bilico e con la convinzione di essere una grande squadra. Il sesto posto nella generale lo conferma, e sabato sarà di scena al Mariotti il big match di giornata contro il Casa del Diavolo, che li precede in classifica e che nell’ultimo turno è stato sconfitto in casa dalla Tiferno per 2-0.

IMG_3068

Il portiere Tommaso Morlunghi

Scendiamo d’età e registriamo la vittoria casalinga degli Allievi A2 di mister Barbetta. La squadra rossoblù si è imposta in casa per 4-1 contro il San Marco Juventina, confermando l’ottimo momento di forma. La posizione di classifica è tranquilla, ma il campionato è lungo e molto difficile. Prossimo match dei rossoblù a Ponte Valleceppi, contro la forte squadra locale, che li precede in classifica di tre punti.

IMG_3078

Il centrocampista Fiorini

Scendiamo ancora per trovare i Giovanissimi di A1, che sono stati sconfitti di misura, 1-0, nel derby contro il San Sisto. Così come nella scorsa gara, l’andamento è stato equilibrato, ma i locali sono stati bravi nello sfruttare l’occasione giusta per far proprio il match. I ragazzi di mister Luzzatti cercheranno il pronto riscatto al Flavio Mariotti, dove non sono ancora riusciti a vincere in stagione, contro la Nestor per mettersi alle spalle queste due immeritate ultime sconfitte.

Torniamo alla categoria Allievi, con il raccontare del pirotecnico 3-3 dei ragazzi di Alberto Chiocci in casa contro il forte Trestina. La squadra dell’Alta Umbria, seconda in classifica, ha mostrato tutta la sua forza, ma i rossoblù non sono stati da meno, ribattendo colpo su colpo. Alla fine c’è stato vero spettacolo e il risultato di parità conferma la forza di entrambe le squadre con il Santa Sabina al terzo posto nella classifica e che andrà a far visita allo Junior Magione per dare continuità di risultati.

Sconfitta di misura per i Giovanissimi di mister Del Secco, in casa contro i grifoncelli del Perugia, per 2-1 al termine di un match molto combattuto ed equilibrato. Bravi i grifoni nella gestione della palla e nell’organizzazione di gioco, ma bravi i nostri ragazzi nel tenere bene il campo sino all’ultimo secondo, meritandosi forse qualcosa in più. Prossimo turno difficile in quanto, dopo aver incontrato la prima in classifica, cioè il Perugia, i ragazzi di Santa Sabina giocheranno contro le Giovanili Arna in coabitazione con i biancorossi, comandano la classifica.

Chiudiamo questa prima parte di notizie con il pari dei Gladiatori di mister Tancini in quel di San Marco. Partita giocata a ritmi contenuti, controllata dai rossoblù, che non sono però riusciti a imprimere il proprio marchio di gioco nei momenti decisivi della gara, permettendo al San Marco di giocare la propria partita e di pareggiare in quello che da parte di tutti è stato considerato un giusto risultato. Di Maccherani la rete dei rossoblù.

IMG_2961.jpgLa testa dei giocatori era già al Flavio Mariotti, dove sabato alle 17.00 si disputerà il big match tra i rossoblù e la Don Bosco, per la testa della classifica. C’è grande attesa ed entusiasmo e dall’ambiente fanno trapelare che i ragazzi saranno molto motivati, nel far bene e nel cercare di far propri i tre punti.

IMG_2962

Salutiamo le squadre dei Grandi del Santa Sabina ed immergiamoci nelle foto e nei racconti dei nostri ragazzi più piccoli. Iniziamo con i Primi Calci di mister Falcinelli, di scena a San Marco contro i bianconeri locali.

IMG_2959

I nostri 2010 iniziavano alla grande la sfida, ma i ragazzi di casa, davanti al proprio pubblico ribattevano colpo su colpo e ne usciva fuori un tempo spettacolare, vinto dai padroni di casa per 3-2.

IMG_2957

Dopo una breve pausa, di nuovo in campo per divertirsi. La sfida era davvero intensa ed emozionante, con i bambini di entrambe le squadre determinati a divertirsi dando fondo a tutte le energie. I rossoblù conquistavano la seconda frazione per 3-2, strappando applausi a tutti i genitori e si andava così al terzo e ‘decisivo’ periodo.

La sfida era davvero bellissima, con le squadre corrette e brave nel cercare di realizzare una rete, un passaggio, una parata. Alla fine erano gli ospiti del Santa Sabina a far proprio il match, con la vittoria per 2-0 nell’ultimo tempo e con la corsa sotto la tribuna dei genitori per festeggiare la prima vittoria della stagione. Gl applausi, ovviamente, erano per tutti i bambini in campo, divisi solamente dal colore di una maglia, ma uniti dalla passione per il gioco. Bravissimi…..

Ci spostiamo di luogo, ma non di età, salutando lo squadrone di mister Giuriati, impegnato in casa contro lo Junior Magione.

IMG_2967

Bella la foto del nostro inviato Andrea Verzellini, per il saluto delle squadre.

Bello il momento dello scambio dei saluti con mister e ragazzi dell’altra squadra. E’ un gesto semplice, ma fondamentale in quanto ricorda a tutti noi che in palio c’è solamente il saper rispettare se stessi e gli altri. Ci si saluta prima della partita e soprattutto dopo la partita, e ciò che sta in mezzo inizia e termina in campo. Perché è pur sempre solo e soltanto un incontro di calcio tra e per bambini….

IMG_2965

Il momento topico del ‘Palla o Campo’….attimi delicatissimi…..!!!!!!!

Passiamo ora allo squadrone di mister Fabrizio Brillo, ringraziando il nostro reporter d’eccezione AleMagis per l’articolo che pubblichiamo di seguito….

Mr. Brillo Pulcini 2009: Pontevecchio – Santa Sabina 2-1 (0-1 Fulle, 3-0, 2-0).

“La dura legge del gol”. Le parole di Max Pezzali sembrano fatte apposta per la prestazione dei nostri rossoblu, chiamati in trasferta all’ultimo impegno del girone di andata del mini campionato. Siamo di nuovo sul campo della Pontevecchio, che già in amichevole ci aveva strapazzato e oggi si presentava in un’inedita tenuta giallonera stile Borussia, ma nel primo tempo si vede in campo solo la squadra del Capitano Brillo. Il gol di Fabri-Fibra Fulle è stato il meritato premio per una bella prestazione fatta di pressing, giocate di prima e triangolazioni. Nel secondo tempo invece puff, i rossoblu spariscono dal rettangolo e il Pontevecchio prende coraggio. Il 3-0 è giusto, perché gli avversari sono stati padroni del campo e hanno mostrato davvero una bella intensità. L’ultima frazione decisiva è stata ben giocata da entrambe le squadre che hanno provato a vincerla senza timore, come quando a 7 minuti dalla fine Cozzetto, Podella e Alunni confezionano tutto di prima l’occasione perfetta per il vantaggio, ma il portiere di casa chiude lo specchio con un intervento da campione. Sul capovolgimento di fronte – Pezzali docet – prendiamo gol dagli sviluppi di una punizione dal limite deviata dalla barriera, e nel massimo dello sforzo per pareggiare subiamo pure il raddoppio da calcio d’angolo. Il bilancio del girone di andata parla di 1 vittoria, 1 pari e 3 sconfitte, e dobbiamo fare un ringraziamento particolare ai ragazzini degli altri gruppi che si aggiunti di volta in volta al nostro gruppo. Ora non resta che “svuotare l’infermeria” e guardare avanti, con gli indubbi progressi di gioco e personalità che abbiamo ammirato in campo. Forza rossoblu.

 

IMG-20181118-WA0016Saliamo di categoria e salutiamo il gruppo 2007 di Andrea Maffei. I suoi ragazzi incrociano lo Junior San Sisto, già affrontato lo scorso anno, e l’atmosfera è davvero intensa…lo è anche il freddo, in quanto l’orario delle 9.30 non aiuta a riscaldarsi e neppure il vento gelido che spira in campo. La squadra rossoblù gioca un primo tempo davvero bellissimo: sotto di una rete dopo pochi minuti, i ragazzi di Maffei non si scompongono, prendono le misure all’avversario e cominciano a manovrare con qualità. I rossoblù alzano il baricentro e cominciano a portare scompiglio nella retroguardia dei blu ospiti. Al settimo si trova il pari, quindi una sventola dai sedici metri di Aladino porta avanti i locali che chiudono la sfida con un contropiede di Filo Mattioli per il 3-1 finale. Ripresa che inizia con lo stesso canovaccio e con Vinc Nicola Berti Rachiglio, si portano avanti nel punteggio. La difesa tiene con Dani D’Avino e Camplone Baglioni a sostegno del Cassio e con un Fiore Tulipano Azzurro tra i pali, convincente e sempre attentissimo. AleBicoNel calcio esistono anche gli avversari, che hanno tra le proprie fila alcuni ottimi giocatori e grazie alla qualità di questi singoli impattano il tempo, senza che il gioco e l’impegno dei rossoblù ne esca sminuito. Terzo e ultimo tempo con i ragazzi di casa che accusano un po’ di stanchezza, squadra che si allunga e il San Sisto ne approfitta con bravura per pareggiare i conti. In ogni caso poco si può rimproverare ai ragazzi di mister Maffei, che per oltre trequarti d’ora hanno giocato un calcio di qualità, velocità e collettivo. L’applauso finale dei genitori ne è la riprova più esaltante. Bravi ragazzi.

IMG_2977

Unica nota dolente…il doversi ritrovare a giocare domenica mattina al Flavio Mariotti alle ore 09.00……brrrrrrrrrr!!!!!!!!!!!

Salutiamo i 2007 del Maffo e saliamo per incrociare i 2006 di mister Mullay impegnati a Perugia. Giornata molto bella, con un timido e pallido sole, che consentiva di non gelarsi, o quasi, e match molto combattuto, ben più di quanto non riporti il freddo risultato.

IMG_3036

Primo tempo chiuso sull’1-0 per i grifoni, che sono riusciti a concretizzare una manovra offensiva, mentre i rossoblù pur creando qualche palla gol, sono stati sfortunati nel non trovare la via della rete. Seconda frazione con i biancorossi bravi nel palleggio e nell’approfittare delle opportunità e ultimo periodo equilibrato, come del resto i primi due tempi, ma con i biancorossi più concreti nel trovare il pertugio giusto della rete.

IMG_3024

Portiamo a casa il punto degli Shootout, superando i biancorossi per 10-8 e ci congediamo da Perugia con l’applauso dei supporter rossoblù, sempre presenti nel sostenere i ragazzi, freddo, pioggia o sole che sia…..

IMG_3038

Mitici

Mister Morcellini e la sua Banda 2010 di scena a Solomeo, contro i locali con i quali hanno dato vita a una partita da applausi. Riscaldamento effettuato in modo perfetto e poi via in campo a divertirsi….

Primo tempo appannaggio del Santa Sabina, che riusciva a sfruttare un paio di occasioni e respingeva i tentativi d’assalto dei locali, che pure impegnavano seriamente la difesa dei rossoblù.

IMG_3033

Seconda parte di gioco con equilibrio perfetto: le difese alzavano i muri, gli attacchi provavano a sfondare con ogni mezzo. Alla fine l’1-1 metteva tutti d’accordo e si andava verso la terza frazione di gioco.

IMG_3034

Tempo spettacolare nel quale le squadre abbandonavano ogni presunzione tattica, ribaltandosi all’attacco senza freni. Il quattro a due finale per i bianchi di casa poteva assumere forme diverse, appannaggio di entrambe le squadre, per quante occasioni si erano venute a creare. Bello anche così, con un finale di parità….

IMG_3035

Fiandrini, Benda, Zonno e una doppietta di Vantaggi, i marcatori di giornata

Bella sfida, non poteva essere altrimenti, quella giocata al Flavio Mariotti tra il gruppo 2006 di Beppe Caristi e la Don Bosco, squadra molto coriacea, ben organizzata e con tante individualità di spicco. I rossoblù di casa salivano subito in cattedra, forzando i ritmi fin dai primi minuti e cogliendo i giallorossi ospiti un po’ di sorpresa. Il micidiale uno-due dei rossoblù, permetteva loro di gestire il tempo, senza particolari pericoli.

IMG_3031Nel secondo periodo di gioco, la Don Bosco alzava il suo livello qualitativo, mettendo in mostra un buon calcio e riuscendo a mettere i difficoltà i ragazzi di casa. La gara saliva di tono tecnico, con giocate applaudite dai tantissimi genitori presenti in tribuna, che oltre a sfidare il freddo, riuscivano anche a trovare la forza per acclamare i ragazzi in campo. Chiuso in parità 0-0 il secondo tempo, ci si lanciava verso la fine del match con l’ultima porzione di gara.

IMG_3032

E dopo due tempi molto tirati, equilibrati e tattici, gli ultimi venti minuti erano una corsa sulle montagne russe. Una rete da una parte, una rete dall’altra, parate da un lato, parate dall’altro lato, giocate spettacolari e salvataggi miracolosi, alla fine tra gli applausi generali, il tabellino registrava uno spettacolare 3-3, con la piena e giusta soddisfazione di tutti i protagonisti in campo.

IMG_3029

Siamo quasi alla fine del nostro lungo viaggio e salutiamo il Gruppo 2008. In attesa dell’articolo di Vinc Iannotta, che stavolta pubblicheremo dieci minuti dopo l’arrivo in redazione della mail, registriamo la bella sfida tra San Marco Juventina e la squadra di mister Gigi, chiusa con un bel 4-2 per i locali, ma con un primo tempo terminato 0-0, con prevalenza territoriale dei ragazzi di casa, un secondo tempo a nostro favore per possesso palla e occasioni, ma chiuso ugualmente sullo 0-0 e un terzo tempo nel quale i locali erano bravi a sfruttare un episodio e vincere tempo e partita, con il parziale di 1-0. Gli ShootOut erano acquisiti dai bianconeri per 6-2, ma ottima prova dei ragazzi di mister Luzzatti, impegnati in un girone di ferro e che in nessun caso sono stati sopravanzati nel gioco dai rivali. Attendiamo l’articolo di Vinc per saperne di più…!!!!!!!!!!

IMG_2953

Prima di chiudere con la nostra rassegna, dando copertina al gruppo 2008 di mister AlePink, un saluto al gruppo di mister Skip, impegnato in casa contro la Virtus Collina. Partita giocata con buoni ritmi, alta la concentrazione fin dal primo minuto, i ragazzi di mister Skip hanno tenuto in mano il pallino del gioco fin da subito. I gialli della Virtus hanno giocato una buona gara, e va riconosciuto a questi ragazzi la tenacia con la quale sono stati in partita, anche quando il risultato era loro sfavorevole. Inoltre vorrei aggiungere un’altra nota positiva di questi ragazzi della Virtus Collina, in quanto capita a volte, quando il risultato è negativo, di lasciarsi andare a qualche intervento troppo deciso, mentre la correttezza di tutti i componenti della squadra in maglia gialla è stato esemplare. A nostro modo di vedere, tale pregio vale ben più di una rete segnata o di una vittoria.

IMG_2978

I volti ‘concentratissimi’ dei ragazzi…..!!!!!!!!

IMG_2979

Mister Skip:

Zuccheeee, Zuccheeeee…stai attento eh…che poi come al solito dici cazzate!!!!

IMG_2990

Mister Skip e le ultime raccomandazioni….

Jad ‘Mo Salah’ El Aissami                                    Nicolò ‘Zico’ Panichella

Tripletta per entrambi

Infine per salutare il gruppo di mister Skip, il concorso a premi. Il vincitore avrà la possibilità di utilizzare un coupon per un rammendo di tende dalla ditta Zuccherini & C. Il concorso a premi è il seguente: cosa pensa, mentre viene scattata la foto,  l’accompagnatore capo Riccardo ‘Sugar al Chiaro di Luna’ Zuccherini???????

IMG_3007

Ed eccoci al clou domenicale, l’ultimo articolo di giornata che riguarda i Fantastici 2008 di mister AlePink. Oramai Luca Morlupo parte con la creazione del difficile schema del week end per assegnare spogliatoi, campi, orari con la definizione che il gruppo di AlePink giochi la domenica mattina, preferibilmente verso l’alba. Per questo, nessuno si è sorpreso vedendo tra la nebbia e la foschia mattutina, un ombra aggirarsi quasi furtivamente tra il parco e il parcheggio di Santa Sabina. Neppure il mitico Bouassa era presente, ma AlePink sbirciava tra le maglie della rete il terreno di gioco, saggiandone a distanza profumi e colori….sai mai che nella vita possa essere investito da una forma d’arte pittorica…!!!!!Il tempo di attesa del resto della Ciurma era ben poco, in quanto alle ore 08.00 si era già tutti presenti e intirizziti pronti per la sfida contro i giallorossi della Don Bosco. L’attivazione era New wave, nel senso musicale del termine, così come ben dimostra la fotografia di Anna Maria, la prima di una lunga serie….!!!!!!!!!

IMG_3040

Sullo sfondo un passante, che casualmente calca il terreno di Santa Sabina..Vinc Iannotta

Le squadre entrano in campo, fermamente convinte di voler resistere al vento gelido che li sfida….

IMG_3039

Tra i raggi di sole s’intravede la ‘longa manus’ di Anna Maria…                                            ben ferma nel fare la foto!!!!

Primo atto della partita….il fatidico conto per sceglie palla o campo….

IMG_3041

Allora…tre e una quattro, ma riportavo due se non sbaglio, quindi mi sembra che l’incognita era sette…mannaggia…o una volta che si facesse Ambarabà ciccia coccò!!!

Primo tempo con le squadre ‘rigide’ negli schemi, ‘fredde’ nelle scelte da compiere, ‘gelide’ nelle conclusioni, ‘congelate’ nel disporsi tatticamente, insomma pienamente e consapevolmente infreddolite…..!!!!!!!!!!

IMG_3044

Il nostro Responsabile Organizzativo Daniele Lazzari alla ricerca di Boys e di una stufetta. Sullo sfondo il formatore dei salesiani, nostra vecchia conoscenza: Antonio Bloisi, che ovviamente salutiamo.

IMG_2973

La nostra inviata Anna Maria, con la famosa borsetta a forme di pallone da calcio….attentissima alle conclusioni dalla distanza dei ragazzi….Fabio molto meno attento, ma ben più coperto!!!!!!!

Il primo tempo si chiude con uno 0-0, che rispecchia gli equilibri in campo. Bella partita, con le squadre molto abili a creare azioni, ma attente a non prestare il fianco ai rivali.

IMG_3043

Mister AlePink: Allora ragazzi, ve lo dico chiaramente: non fatevi suggestionare dall’idea del freddo. Sentire freddo è una sensazione…voi immaginatevi al mare e sentirete subito caldo…più o meno….dai…dai…dai…andiamooooooooo. I ragazzi: Scusa Mister, va bene pensare al mare, ma perché allora tu indossi la canottiera felpata, una maglia termica, un maglione, la giacca a vento e il cappello???

Tutti di nuovo in campo, altrimenti ‘ci si fredda’….La Don Bosco alza ritmo e livello di gioco, ma noi rispondiamo per le rime e la partita è davvero bellissima. Segnano loro con merito, ma rispondiamo noi con Amri e si chiude sull’1-1.

IMG_3048

Il saluto dei compagni al Miccio, alias Perisic de noaltre, è davvero bellissimo. Pur non potendo giocare per una distorsione alla caviglia, si sta al freddo con i compagni a tifare.

I ragazzi stemperano la tensione dell’ultima, decisiva frazione come meglio possono….cioè divertendosi….

IMG_3050

Bevendo del tè caldo, dividendolo pure e ovviamente con gli amici della Don Bosco….

IMG_3045

Saltellando, come l’onnipresente e semper sorridente Anto Iannotta…..

Distesi o in piedi, ma rafforzando una vera amicizia….

IMG_3055

E giocando, aiutano Anna Maria a togliersi l’ultimo dubbio di giornata: ‘ma io quel ragazzino lì l’ho visto in campo prima. No, mi sbaglio perché ora è seduto in panchina. Ma daiiiii ora è in campo all’attacco…prima era in difesa….ma gioca solo con il sinistro…prima crossava di destro….dove è andato????Ahhhhhhh ma sono due gemelli……alloraaaaaaaaa non ho bevuto alcunché……e vaiiiiiiiiiii !!!!!!!!!

Terzo tempo straordinario con i giallorossi ospiti indiavolati, e per essere salesiani la cosa stride, e i nostri attenti a non scoprirsi troppo. La Don Bosco alza la linea mediana, costringendo i nostri a stringere le maglie difensive, per fare densità. I ragazzi sono stanchi, ma lottano su tutti i palloni, da entrambe le fazioni. Sono gli ospiti a passare in vantaggio e la rete sembra piegare le gambe ai Gladiatori Massimo Decimo Meridio, che sale in cattedra dalla panca, senza scatenare alcun inferno in realtà!!!!, ma stimolando i ragazzi a non mollare fino all’ultimo secondo. I rossoblù ci credono, dando veramente fondo alle ultimissime stille di energia presenti in corpo, e quando le lancette dell’orologio sono prossimo allo scoccar della fine, Diegone Pasqualoni bucava letteralmente la rete con un fendente di destro che s’insaccava alla destra dell’incolpevole portiere ospite.

IMG_3052

Per la felicità, Diego perdeva letteralmente la testa, sostituita momentaneamente dalla sfera di gioco….!!!!!Poi l’abbiamo ritrovata….grande Diego…!!!!

Un pari di cuore, quello conseguito dai ragazzi di mister AlePink, Generale condottiero alla testa dei suoi immensi Gladiatori. I suoi ragazzi chiudono il girone d’andata imbattuti, ma non è certamente questo l’elemento più gratificante dell’inizio stagione.

IMG_3042

Sono gli abbracci, i sorrisi, la voglia di stare insieme, la semplicità, il lavoro che si svolge durante la settimana le vere componenti che fanno di questo gruppo di ragazzi un gruppo di amici e di compagni. Semplicemente.

IMG_3053

Chiosa finale del duo Fabio-Ale

IMG_3051

Fabio: ‘Mister, vorrei farti notare che abbiamo la media di tiri nello specchio della porta più bassa d’Italia, dopo il Chievo.’

AlePink: ‘Lo so…preparali all’idea che al prossimo allenamento li uso come bersagli…fuori porta…!!!!’

 

La geografia dell’essenza del calcio. Sui volti dei nostri figli.

Santa Sabina, 10 Novembre 2018, ore 17:30.
Esordienti di Mr Luzzatti. S.Sabina-Don Bosco, il racconto della partita.
IMG_2847
Prologo
La bellezza del calcio, del calcio come sport giocato e vissuto, è in partite come queste.

Cristiano ne sottolineava l’essenza, di questo gioco (anzi, Gioco), solo poche righe fa, scavando  nelle radici culturali delle zolle del sudamerica, ma che potrebbero essere i ciottoli delle piazze di marsiglia o, di qualunque luogo dove ci sia una palla. In realtà, sempre prendendo spunto della medesime righe, appartiene agli occhi e all’età dei nostri figli adesso: ai loro sogni, alla loro passione, al divertimento che quella palla scatena.
E’ importante sottolineare questo,anzi direi è la cosa più importante: partite come questa raccontano un calcio che sui volti dei nostri figli disegna geografie del sudore e della fatica ma che riempie il loro cuore di bellezza ed emozione. Corrono per loro, per inseguire un sogno, certo; corrono per loro, per sentire la libertà che quella corsa riesce a dare; corrono per loro…corrono per noi. Loro, i nostri figli…per Noi.
Come LorenzoCava e Tommaso per esempio: a loro la prima dedica di questo racconto per aver loro, invece, dedicato a noi l’anima che ci hanno messo, che ci hanno VOLUTO mettere nonostante l’infortunio che li aveva interessati nell’ultimo allenamento: il primo con un problema muscolare, il secondo con un piede gonfio. Hanno fatto di tutto per esserci. Hanno voluto esserci
E corrono.
E la cosa più bella è riuscire a goderseli, a godersi ogni attimo del loro impegno su qulunque campo inseguino un qualunque pallone.
La partita
Questo sabato pomeriggio il campo che ci vede protagonisti è un campo tanto conosciuto quanto -pressoché- nuovo. Il Comunale Flavio Mariotti. Ci ritroviamo sul “campo grande”di Santa Sabina, noi che siamo invece avvezzi da sempre al Campo B1/2/3, semplicemente perché è più piccolo, più giusto per noi, e perché l’altro è quasi sempre -giustamente- impegnato dai ragazzi più grandi.
E’ davvero bello questo campo, nonostante le piogge e l’umidità recente l’hanno strisciato col pennello color terra, in alcune zone. Il fondo è perfetto. I nostri genitori sono lassù sugli spalti questa volta e sono tanti tra i nostri e i loro – genitori dei nostri compagni di partita-; è diverso vederli lì anziché aggrappati alla rete del campo; è bello, più bello. Ed emozionante anche.
Scendiamo in campo mentre il sereno limpido del giorno lascia il posto al buio della sera e al suo frescore umido. Si accendono i fari, sulla nostra voglia di fare bene e di divertirci.
Si comincia con la prima serie di Shootout che terminerà 4-4 per poi sistemarsi in campo per la prima frazione.
Mr Luzzatti conferma il solido schema tattico 3-4-1 per tutti i tempi, con i campo inizialmente: Saba in porta, Filo centrale con Greg e Lore esterni di difesa; Jack e Thomas cursori con Tommy e Anto  centrali di centrocampo; Luke punta.
La determinazione con cui Capitan Luke entra in campo, palla sotto braccio, racconta già un pezzo di storia che sarà. Quell’immagine, rivista, sembra in realtà descrivere meglio di ogni altra cosa la voglia dei ragazzi di mettercela tutta, ancora, sempre. E di provare a interrompere quella serie non positiva -in termini di mero risultato, certo e solo per questo- che dura da giugno dello scorso anno, per quanto concerne le sole partite ufficiali. Nella formula 9vs9 i nostri ragazzi non sono ancora riusciti a raccogliere il frutto di quanto hanno seminato col proprio impegno e sudore.
Non ci sono fasi di studio: alla prima incertezza nel fraseggio da parte della retroguardia del Don Bosco, Luke va in rottura sporcando la traiettoria di un passaggio verso l’esterno, Anto in arrivo impedisce il tentativo in uscita servendo Thomas sulla fascia destra; cross sul secondo palo…Tommy agguanta, stoppa e tira nell’angolino basso alla dx del portiere ospite. E’ il 58esimo secondo e siamo in vantaggio.
Il pressing non si esaurisce qui e creerà una pressione costante nella zona alta giallorossa creando una serie notevoli di cortocircuiti. La nostra difesa gioca alta e dalla parte centrale del campo riusciamo ad innescare un paio di ripartenze velocissime a beneficio delle ali ma soprattutto del capitano di giornata. Al 9 la verticalizzazione di Anto epr Luca crea le condizioni per un contropiede perfetto. Tocco di punta nell’angolino basso alla sx del portiere in uscita ed è raddoppio.
Jack e Thomas fanno un grande e aggressivo lavoro di percussione dall’esterno. Dietro il muro difensivo non lascia mai spazi all’offendiva avversaria. Luke invece la davanti è salito da un pezzo sugli scudi e colpisce la traversa su una straordinaria conclusione no-look dalla trequarti e sfiora il palo dopo un “furto” di palla all’ultimo secondo.
Nella seconda frazione entrano: Soccio in porta; linea di difesa con Anto, Ale e Filo; rombo di centrocampo costituito da Jack (poi sostituito da Thomas per infortunio) e Gabry laterali e Fedy e Luke centrali; Cava punta.
Secondo turno di Shootout con uno Scoccio imperiale che portano complessivamente il risultato del gioco tecnico sul 10 a 8 per noi.
Fischio d’inizio e il leit motiv è lo stesso. Pressione ininterrotta sulla retroguardia avversaria, con tutti gli uomini pressoché stabilmente oltre la ns trequarti. Pressione che si infrange sul palo questa volta: la stoccata di Alessio di prima intenzione su palla in uscita è bellissima ma non fortunata, con grande rammarico del nostro statuario centrale. Il Don Bosco è chiusissimo e noi fatichiamo adesso a trovare spazi. Ci prova in continuazione un Cava in usuale versione panzer ma nulla può la davanti adesso.
Rischiamo in contropiede a metà tempo con il Don Bosco che va vicinissimo alla massima capitalizzazione su un tiro sporco che bacia il palo alla sx del nostro portiere. I giallorossi hanno chiuso in crescendo, guidati da un bravissimo numero 10  che ha illuminato la partita con sprazzi di classe cristallina ma complimenti a tutti i ragazzi.
Terzo Tempo che rivede in campo un po’ tutti ad eccezione di Jack, con subentro anche di Anto e Filo in chiusura. Le squadre si allungano inevitabilmente, complice anche la stanchezza. la nostra cmq maggiore mobilità si infrange sulla diga difensiva ospite mentre le loro iniziative non trovano lo spunto finalizzativo, con i nostri, dietro, attentissimi. Si chiude con un pareggio anche il terzo tempo che sancisce la nostra prima vittoria, meritato riconoscimento per una prestazione generalmente molto buona, costruita su tanto impegno e tanto sacrificio da parte di tutti e una crescita significativa sul piano della qualità tecnico-tattica.
Uno per tutti, tutti per uno!
Saba. Vive la partita con la consueta spasmodica attenzione ma mai si trova ad essere impensierito. Credo che un portiere non faccia mai…nulla. Un bravo portiere, anche quando poco impegnato come in questo caso, difende la sua porta guidando e aiutando la sua difesa e creandogli le condizioni ottimale per giocare in tranquillità. Un bravissimo portiere come il Saba, poi… (Ipnotizza 5 shootout su 9, tra l’altro e scusate se è poco)
Scoccio. Poco impegnato anche lui, se non su un tiro da destra su cui deve metterci addirittura la faccia per la deviazione in corner verso la fine del secondo tempo. Come già detto, è magistrale nel gioco di abilità tecnica, in cui ne para 4 e segna quando è il suo turno. Grande Fili!
LoreSg. Se non fosse interista, accetterebbe volentieri l’accostamento con il giovene e brillante De Sciglio. E’ lui, effettivamente preciso e spiccicato. Deve combattere su quella fascia di sua competenza ma soprattutto si fa notare nei recuperi in velocità. L’ennesima, ottima, ordinatissima e puntuale prestazione.
Greg. Non si fa distrarre dalla prospettiva dello spasso serale promesso dal 40esimo del Papà (tanti auguri, ancora, Tiziano, stampelle comprese!) e inanella un’altra gara senza sbavature, anzi davvero molto attenta. La zona di sinistra è off limits questa giornata, firmato Il Gigante Buono
Filo. Sembrava tesissimo all’arrivo in campo co quel suo combattere con l’ansia che ti prende lo stomaco. Ma poi… Poi è ancora una volta maestoso, insuperabile. E quando esce, dopo due tempi tutti di un fiato…è gioviale come sempre. Il suo “BRAVO” al compagno, all’amico con cui si sono scambiati ruoli e aiuti…è il racconto di cosa è Filippo. Un ragazzino straordinario.
Alessio. Sono 5 anni abbondanti che lo vediamo scorrazzare (tantissimo) e crescere (poco) in mezzo a mille campi. E ancora, dagli spalti, si leva quell’ormai tradizionale “ohhhhhhhhhhhhh” (che sta per sorpresa accompagnato da battito di mani) quando Alessio trova il tempo giusto dell’intervento sul malcapitato di turno, come un gioco di prestigio. Questo anno ha deciso di dedicarlo prevalentemente ai recuperi in diagonale, a 101 km/h. “Arrivo prima io e poi…ciao!”. Al fantacalcio garantisce sempre il bonus e…peccato davvero per quel palo nel secondo tempo: esecuzione perfetta…troppo perfetta. Grandissimo Tony Manero!
Jack. Tenta una decina di incursioni sulla fascia sinistra nel primo tempo trovando vari spunti positivi. Ha una qualità e una velocità incredibili che mette a frutto impegnando severamente l’avversario di turno nella sua zona del campo. Deve uscire al 5° del secondo tempo per infortunio al ginocchio. Forza Giacomino!
Gabry. Non è il cursore per eccellenza e per questo naturalmente allarga gli orizzonti fino a zone del campo più lontane. Fa un lavoro sporco a grande intensità: jack lavora di fino da ispiratore, gabry massiccio da incontrista. Il secondo e il terzo tempo sono più duri perché gli spazi sono chiusi ma Gabry il suo consueto contributo, in qualche modo, lo da.
Fedy. Si trova in campo nel momento peggiore. Quella in cui c’è da lavorare palloni sporchi senza tempi e spazi. Decide per questo di fare le cose migliori sui calci da fermo che batte magistralmente creando pericoli incredibili dalle situazioni d’angolo. Una vera arma in più.
Thomas. Quanto si danna. In quella corsa ininterrotta, in quel punzecchiare l’avversario e ogni zona del campo c’è tutta la passione per il calcio di questo ragazzino. Fa l’assist perfetto per Tommy in occasione del primo gol che è quasi un gol partita. E poi un anda-e-rianda ininterrotto…encomiabile…per tutta la partita.
Tommy. Ha un piede che è una melanzana e si viaggia a “ghiaccio, arnica e coccole di mamma Laura” a go-go. Fa un primo tempo là in mezzo…enorme. Oltre chiaramente a quel gol al 1° che è straordinario per geometria della posizione e per realizzazione. Uno dei migliori…
Cava. Soffre da morire l’infortunio muscolare del giorno prima e zoppica in maniera evidente. Ma è il Cava è uno che non si arrende mai e ci prova in tutti i modi a combattere la sua guerra personale 1 vs tutti la davanti. Lavora da panzer consentendo tante volte alla squadra di salire e ha quel modo di girarsi aggirando l’avversario che è semplicemente meraviglioso. Aspettiamo ancora il tuo primo gol, bomber!
Luke. Nel primo tempo è assolutamente incontenibile. Dal suo pressing nasce il primo gol, sigla il secondo, colpisce un palo e per poco non raddoppia e questo tutto, solamente, nel primo tempo. Negli altri è un pungolo ininterrotto che non da pace, anzi martoria costantemente la retroguardia avversaria. Quando non ha nulla da fare la davanti, inesauribile, torna a raddoppiare gli avversari in zona di difesa. Il migliore in campo, oggi.
Anto. Fa un primo tempo davvero straordinario schierato da regista. E un secondo di routine, da esterno basso di destra. Lavora ininterrottamente da frangiflutti, invertendo la direzione delle onde con la stessa rapidità della forza di gravità. In almeno 3 occasioni rompe la ripartenza avversaria e verticalizza per un’indemoniato Luca: nella seconda, c’è il gol della sicurezza. Una “piattola” attaccata all’avversario di turno o, delicatamente, il nostro “Furia-Furin-Furetto”, per dirla alla Caminetti…o alla Sgalla, meglio ancora.
Il dopo, con ringraziamenti.
Al Terzo Tempo, a seguire arrivano tutti. Noi e loro. Arrivano tutti i ragazzi del Don Bosco, arriviamo noi. Siamo tantissimi davanti a quelle pizzette, patatine e dolciumi che fanno gola ad adulti e bambini. Da un piacere immenso vedere questi ragazzi che se la sono lottati fino alla fine…fino a solo qualche minuto prima, chiacchierare poi al nostro bar di qualunque cosa. Per noi adulti è il momento del relax. Ringraziamo i genitori dei ragazzi del Don Bosco che si sono fermati con noi dando ai loro ragazzi il tempo per vivere il dopo, coi nostri. Ringrazio il Mister del Don Bosco, persona davvero cordiale e gentile.
E’ sabato sera e ci concediamo un brindisi, che ci concederemmo comunque, anche se fosse lunedì, è vero.
“Ai nostri ragazzi, ai nostri figli”.
Sempre!
IMG_2848
Pubblico questo articolo con tutte le scuse del mondo a Vinc Iannotta che, come sempre puntualmente, me lo aveva girato, ma che io avevo lasciato in ‘bozza’. Grazieeeeeee!!!

Festa di San Martino festeggiata a tutto gas dalle annate 2006/2007/2008, sempre brillanti, divertenti e…con il bicchiere sempre alto….e vuoto!!!!!!!

Eccoci per il secondo articolo di giornata, che include i quattro gruppi 2007-2008 e il gruppo 2006 di mister Caristi, di cui abbiamo parlato poco in stagione, anche se ci concentreremo su due squadre in particolare, in quanto i ragazzi di mister Andrea Maffei osservavano un turno di riposo, della squadra di mister Gigi, onnipresente, parleremo solo per titolo in attesa del consueto, sempre attesissimo, articolo di Vincenzo Mr. App Iannotta e della squadra di mister Giuseppe abbiamo poche notizie, con l’impegno del duo d’eccezione Mauri and Marco di sopperire a partire dalle prossime partite. Iniziamo subito con lo Squadrone Avvoltoio dei 2006, che tanto per cambiare non si smentisce mai, conoscendo solamente vittorie. Trionfatori al Torneo di Pila, superando gli storici avversari della Pontevecchio, i ragazzi rossoblù hanno conseguito quattro vittorie in altrettanti incontri, superando al meglio l’addio del mister Andrea Schipilliti. L’ultima vittoria è stata anche un po’ particolare, in quanto i rocciosi ragazzi del Santa Sabina hanno affrontato le ragazze del Perugia, di età superiore, molto carine, e che non hanno lesinato energie e decisione, come è giusto che sia, sul terreno di gioco. Dopo qualche incertezza iniziale i rossoblù hanno affrontato a viso aperto le ragazze biancorosse e ne è venuto fuori un incontro davvero interessante, dove le giocate tecniche hanno strappato applausi a tutti i genitori. Complimenti a tutti i protagonisti in campo e dedichiamo la copertina alle belle e bravissime ragazze del Perugia.

Scendiamo di un paio di gradini e salutiamo la prima vittoria in campionato della squadra di mister Gigi, che ha superato la Don Bosco al termine di una partita davvero intensa fino all’ultimo minuto. La squadra di Luzzatti ha pescato un sorteggio infausto, dovendosi scontrare con compagini davvero fortissime quali il San Fatucchio, il Madonna Alta e appunto la Don Bosco, che rientrano fra le migliori annate calcistiche della provincia. Un bel banco di prova per i rossoblù, che faranno di questa esperienza un vero e proprio tesoro per il futuro. Senza dimenticare che il prossimo turno lo squadrone rossoblù farà visita a un’altra bella squadra che risponde al nome di San Marco Juventina.

IMG_2732

Pronti per la partita, palla sottobraccio per il bomber Luca Antognarelli

Primo tempo giocato a ritmi vertiginosi da ambo le parti, ma i rossoblù immettevano qualcosa in più in termini di qualità e riuscivano a far proprio il parziale con le reti di bomber Luca Antognarelli e di Tommaso Lepri, sempre più consapevole dei propri mezzi tecnici, tattici e fisici.

IMG_2730

Tommy

Secondo tempo giocato ancora a grandi ritmi, con le squadre vicine al gol in più di un’occasione, colpendo pure un legno per parte, ma il risultato resterà inchiodato sullo    0-0.

IMG_2734

In panchina si soffre tantissimo….

IMG_2733

Ma anche no…!!!!!

Terzo e ultimo tempo con i ragazzi stanchi dopo aver corso come forsennati per quaranta minuti. Ritmi più blandi, squadre più allungate, ma difese attente a non lasciare spazi. Anche in questo caso lo 0-0 è d’obbligo e registriamo solamente l’11-9 degli ShootOut prima di chiudere con questo match rimandando a Vincenzo l’onere dell’articolo vero e proprio.

IMG_2731

Il bel saluto delle due squadre.

Eccoci finalmente al pezzo più atteso del week end, prodotto dal gruppo 2008 di mister AlePinchi, che si sta guadagnando l’atteso Trofeo di Miglior Gruppo Squadra della Stagione 2018-2019. Per ora il voto da casa li pone al primo posto, ma ancora ne deve passare di tempo sino a giugno, quindi non vogliamo dare troppa fiducia a questo gruppo a scapito di altri!!!!

Ci siamo lasciati nell’articolo precedente, con l’anticipazione succosa del sabato sera, trascorso a fare i D.J. in modo estremamente pacato….!!!! Questa volta Anna Maria ha proprio censurato le foto vere della serata, lasciandoci solamente quella Ufficiale….!!!

Senza titolo.001

Invitato speciale il mitico D.J. Johnny Glamour

La serata da leoni del sabato sera non poteva non lasciare strascichi per l’indomani, che per conferma iniziava come sempre con ottimi auspici….

IMG_2785

Notare, tra le mani del festeggiato Vinc Iannotta e di Anna Maria le due bottiglie di Prosecco, già scolate alle otto di mattina….dico…le otto di mattina!!!!

IMG_2784

E l’arrivo di mister Ale, con il suo sorriso, ci conferma che il Prosecco andava giù bene!!!

Al Flavio Mariotti domenica mattina è di scena l’Angelana, con i suoi Boys, a render dura la vita ai rossoblù, che scendono in campo decisi a loro volta a giocare al meglio. La prima difficoltà da superare per mister Ale, è capire se la nebbia è data dall’assenza di vento e dall’avvicinarsi dell’aria umida al terreno, oppure dal Prosecco….dilemma…..

IMG_2786

Alla fine si decide che è nebbia, per cui ci scolliamo di dosso i dubbi e iniziamo a fare sul serio…..

IMG_2787

Partita molto coinvolgente con le due formazioni brave nel pressare a tutto campo e abili a far girare la palla. I giallorossi riescono a tenere ritmi alti, con una qualità davvero importante, ma i nostri ribattono colpo su colpo. Nel frattempo in panchina si osserva……

IMG_2788

Ed è bello vedere i ragazzi che non giocano, partecipare alla partita e sostenere gli Amici.

Mister Ale incoraggia i suoi ragazzi, spronandoli a continuare a lottare su ogni pallone, senza risparmiarsi. Il primo tempo lo perdiamo, sempre per quel vale questa frase, per  1-0, giocando davvero bene, con fraseggi stretti e verticalizzazioni improvvise. Bravi anche i ragazzi dell’Angelana, capaci di tenere alta la linea mediana e di colpire velocemente di rimessa.

IMG_2789

Sullo sfondo in alto a destra un Lollo Sgalla di ritorno da Milano e dalla sfida di Champions contro il Barcellona….purtroppo per lui, anche oggi autore di una grande prova, la sua Inter s’infrangerà contro la Dea Bergamasca…..

I ragazzi rientrano nel secondo tempo decisi a ribaltare il punteggio, confermando la buona prova disputata nel primo parziale. La strada per rimontare i giallorossi è tutta in salita, come Anna Maria ci mostra nel dettaglio…..

IMG_2790

I rossoblù incalzano gli ospiti con giocate di qualità, cercando sempre di fare le scelte giuste. Attacchi sulle fasce per allargare le maglie della difesa, spunti al centro per trovare il pertugio giusto, strappi in velocità per andare in superiorità numerica e sfruttare la sorpresa. Dopo aver trascorso ore e ore nel tentativo di spiegare a papà Fabio come fare gol, Diegone Pasqualoni decide di mostrarglielo live. La rete del nostro giocatore è tanto bella, da costringere papà Fabio a giocherellare con il pallone per il resto della giornata…..

IMG_2791

Vincenzo io ancora non ho capito – Aspetta Fabio che te lo rifaccio vedere….!!!!

La rete scuote ulteriormente i ragazzi di mister Ale, che continuano a spingere sull’acceleratore e trovano un’altra rete con bomber Luca Antognarelli, che timbra il tabellino marcatori anche in questa giornata. I ragazzi dell’Angelana tengono comunque bene il campo, accorciano le distanze e provano a raggiungere il pari, ma ci pensa Badaloni a chiudere la contesa con la rete del 3-1 che manda tutti a bere un tè caldo…..

Si beve, si cercano noccioline….

IMG_2799

Si fanno foto…

E poi di nuovo in campo per il terzo e ultimo tempo. Ci sistemiamo sul terreno di gioco e la partita inizia. Gli ospiti sono motivati, lo si capisce dalla velocità con la quale provano a liberare i compagni per mandarli al tiro, ma i rossoblù oggi vogliono stupire e stupirsi. I Boys vanno in vantaggio, ma il morale dei nostri non viene abbattuto e a metà tempo conquistiamo un corner. Bomber Luca si avvicina alla lunetta, sistema la sfera e guarda il piazzamento dei compagni. Gesto d’intesa e calcio alla palla che sorvola il primo palo, mentre una sorta di Superman in miniatura scavalca il cielo per colpire la sfera con un’inzuccata terrificante. Monaldiiiiiiiiii….Monaldiiiiii…..Rete, rete, rete fantastica con colpo di testa bellissimo….vi mostriamo l’istant replay……

IMG_2794

La partita si chiude praticamente qui, con i festeggiamenti dei ragazzi, felici per aver giocato bene, aver corso e fatto tutto ciò che il mister chiedeva…

IMG_2796

Bello l’abbraccio felice, sincero e spontaneo dei ragazzi….

IMG_2795

Questo è il calcio….quello vero….solo sorrisi…

IMG_2798

Anche di chi è venuto solamente per tifare e stare insieme agli Amici….

IMG_2797

Per oggi basta eh…abbiamo faticato fin troppo….!!!!!!

Grazie ragazziiiiiii e grande Anna Maria per le tue foto e il tuo racconto….davvero bravi…

Chiusura con il difficile gruppo dei 2007 di mister Skip. La terza vittoria in campionato su altrettanto partite non scalda i cuori della tifoseria, che accusa il tecnico di scarsa spettacolarità nel gioco espresso sinora. Dopo l’intervista pacata della volta scorsa, mister Skip interviene duro in conferenza stampa.

D.: ‘Mister la tifoseria rumoreggia, poco incline a vincere senza concedere nulla o quasi alla spettacolarità. Cosa risponde?’

R.: ‘Io devo rispondere del mio operato alla società, non certo ai tifosi che pure hanno il diritto di pensarla in modo diverso. Ho preso questa squadra da nove settimane, stiamo lavorando al meglio, ho già visto alcuni ragazzi crescere, altri confermarsi e tutti impegnarsi al massimo. Non posso rimproverare nulla a nessuno. Ho già espresso il mio punto di vista sul tema del ‘gioco’, avendo idee diverse tra gli stessi ‘veri’ allenatori. Vado oltre, dicendo che la vera impronta la vedrete tra due mesi, a febbraio, pronti per il Campionato Primaverile. Per adesso che si pensi solo a gustare le nostre partite, sostenendo la squadra.’

IMG_2711

Sti giornalisti maledetti…..

Battute a parte, la squadra di mister Skip torna dal Percorso Verde con la sensazione di aver ottime potenzialità, ancora inespresse in quanto condizionate dal cambio dell’allenatore e dall’abituarsi a un modo di lavorare diverso da quello di mister Federico Milletti, che salutiamo con un sincero in bocca al lupo per la sua avventura al Perugia. Siamo di scena contro il MonteMorcino, nel campo storico di terra battuta e sabbia del Percorso Verde, che raggiungiamo alla spicciolata perdendoci nei meandri del luogo…!!!!!

Iniziamo il nostro racconto con un antefatto. Si gioca MonteMorcino-Perugia, categoria 2006, e la partita è molto equilibrata e intensa. Nel terzo tempo, complice la stanchezza, i ritmi calano, le squadre si allungano e saltano gli schemi. Qualche difficoltà nel palleggio, causa il campo, e qualche contrasto tra i ragazzi. Nulla di anormale in un incontro di calcio, non fosse per il rumoreggiare, continuo e fastidioso di chi osserva. ‘Falloooooo’, ‘Eeeeeeeee’, ‘Fischiaaaaa’, con il mister impegnato più a far abbassare i toni fuori che a seguire la partita. Il clima accende anche i ragazzi e si odono esclamazioni, del tutto normali in partita, ma che non piacciono al mister che riprende i suoi ragazzi: il prossimo che parla o si lamenta va a fare la doccia. E’ chiaro? Chapeau mister, pur non sapendo il tuo nome ti dedichiamo una foto per sportività e correttezza.

IMG_2707

Finalmente dopo molte tribolazioni, la squadra è compatta nello spogliatoio. Due assenze di peso per la squadra: Dado Dirceu e Jad Mo Salah, fermi al box. Abbiamo in aggiunta dal gruppo di Maffei Fiore Tulipano Azzurro Annunziata a protezione della nostra porta. Nello spogliatoio regna sovrana la concentrazione di tutti…..o quasi……

IMG_2689

Il Compagno Zuccherini pronto per il Comintern

Messo al lavoro il Compagno Zucche, nome di battaglia Chiaro di Luna Piena, la squadra viene presa in consegna dal mister per le raccomandazioni odierne.

IMG_2697

Come sempre il mister chiede ai ragazzi di rimanere concentrati per tutta la durata del match, a partire dai primi minuti, che restano il nostro tallone d’Achille.

IMG_2692

Occhio Cri che ti osservo con il mio terzo occhio……

Anche per oggi mister Skip adotta un modulo completamente nuovo. E’ il settimo in altrettante partite, ma giustamente deve abituare i ragazzi alle sorprese, facendoli adattare al meglio. Lo schema scelto per l’incontro odierno è il 3-1-1-2-1. Lungo da scrivere, così come da spiegarlo…..

IMG_2694

Allora, mi sembra che uno stia in alto, alto, alto….mi sembra eh…

IMG_2695

Fiore Tulipano Azzurro:

‘Ma il famoso e sempre valido schema ‘palla avanti e pedalare’, che fine ha fatto??????’

Il mister continua a infondere nozioni, schemi, strategie e i ragazzi sembrano essere del tutto partecipi e convinti…….

IMG_2687

Beh…la faccia di Alessio non sembra essere poi così convinta convinta….!!!!

Il mister chiude la sua relazione tattica.

Aladino, Filo e Tara…lo vedete il dito? Uhm…mister…quale dito??? Ah..andiamo bene andiamo…

IMG_2691

O Cri hai finito con queste foto???

Entriamo in campo per l’attivazione, sapendo di doverla farla molto bene, per evitare incertezze o passi falsi durante il primo tempo….

Terminiamo la fase di riscaldamento assieme ai ragazzi di casa, che con correttezza indossano le casacche avendo maglie rosse simili alle nostre. Diciamo subito che la partita sarà corretta, con il mister molto sportivo. Sono cose che vanno dette, quando sono positive, sia quando sono negative. Quindi bravi al MonteMorcino. I genitori assiepati a bordo campo, attendono l’ingresso dei ragazzi….

IMG_2710

I ragazzi siedono in panca, in attesa di conoscere il nove iniziale….

IMG_2709

Se mi state chiedendo a cosa mai poteva pensare il Sommo poeta alla destra della foto…beh…preferisco non rispondere e lasciare libero sfogo alla vostra immaginazione!!!

E finalmente si inizia, con i ragazzi che si vanno a prendere il giusto applauso dai genitori.

IMG_2713

Il nostro quindici saluta il pubblico e si sfila per salutare il mister del MonteMorcino, mentre i ragazzi di casa fanno lo stesso con mister Skip. La nota negativa di giornata è il non disputare gli ShootOut. Chiariamoci, non che la cosa sia così grave, ma se la Federazione pretende di farli disputare, ritengo giusto che ci si debba perdere qualche minuto. In ogni caso così non è, quindi la partita può cominciare. Iniziamo con Hugo Gatti in porta, linea difensiva a tre con Berti Vogts a destra e Breitner a scorrazzare sul lato opposto con Aldair centrale difensivo. Cerniera di centrocampo composta dal duo tecnico Zico-Platini mentre Denilson e Iniesta coprono le fasce con Skhuravy ariete centrale. I primi cinque minuti sono davvero di studio, con il MonteMorcino abile a ergere una linea mediana fatta su misura per ingabbiare i nostri centrocampisti. Facciamo molta fatica ad allargare il gioco, vuoi per il campo poco consono alle nostre caratteristiche, vuoi per l’abilità dei locali bravi nel limitare le nostre giocate, vuoi perchè non siamo veloci nel palleggiare e far girare la palla. La prima azione degna di nota la registriamo al 10° minuto con una bella iniziativa di Nick Piede Caldo Panic che calcia dai venti metri, con la sfera che oltrepassa la traversa. Al dodicesimo sono i rossi di casa, in contropiede, a provare a sorprenderci con una conclusione che scivola a lato alla destra di Leo. Al quattordicesimo tiro di Filo Mattioli a lato, dopo una bella azione dei rossoblù e due minuti dopo una conclusione di Leo Fifi si spegne a lato. A due minuti dal fischio di fine tempo è ancora Nick Piede Caldo a liberarsi alla conclusione, il tiro è potente, ma la mira è ancora alta. Primo tempo di marca rossoblù, ma gioco che latita e mister Skip prende in mano la situazione.

Dopo una strigliata generale, i rossoblù rientrano in campo con Fiore Tulipano Azzurro in porta, Cafù in fascia destra e Fazio nella corsia opposta con Aldair saldamente nella poltrona centrale. Il Capitano Lahm e Schuster a gestire il gioco in mediana, con Breitner spostato più avanti e Klinsmann in fascia destra in appoggio a Skhuravy confermato centrale. Iniziamo meglio, con un piglio diverso, ma al quarto minuto il MonteMorcino si divora un gol già fatto: ripartiamo con difficoltà dalla difesa, palla riconquistata al limite dell’area, verticale per l’attaccante che a due passi da Fiore tira di destro, ma il Tulipano Azzurro blocca in presa bassa. Bravo. La palla gol sveglia i ragazzi che sfiorano la rete con una bordata del Cassio, che sfiora il ‘sette’ e con due incursioni di Stefy ribattute dalla difesa. Al sedicesimo azione in velocità iniziata dal Capitano, che allunga per Sugar, abile a smistare verso Freccia Rossa che chiude con un destro sventato in tuffo dal portiere di casa. Al diciottesimo minuto Filo Sugar si produce in un taglio alla Rocco Pagano, dei bei vecchi e romantici tempi del bel calcio perugino giocato, supera il portiere e chiude di sinistro a porta vuota. Fuori. La disperazione di Cirio in panchina merita un richiamo verbale, al prossimo scatterà la squalifica, del nostro mister!!!! Quando pensiamo che anche il secondo tempo terminerà 0-0, accadono tre azioni in sessanta secondi. Klinsmann Focaia brucia la difesa e con un fendente di destro infila la rete, per poi farsi deviare in angolo una bordata di destro dal bravo portiere locale. Sugli sviluppi del corner, contropiede del MonteMorcino ben orchestrato dal centrale difensivo, che allunga verso l’attaccante che viene rimontato e stoppato da Leo Fifi nella più bella azione difensiva della stagione.

Mister Skip non contento di questo secondo tempo, anche se sono evidenti i miglioramenti nella gestione della palla e nelle scelte da compiere correttamente.

Si riparte per gli ultimi venti minuti di gioco, con i ragazzi di casa che mettono tutte le energie residue per segnare una rete e vincere il parziale. Primi minuti di pressione alta dei rossi di casa, con il Santa Sabina bravo a non disunirsi e a rimanere in partita, accettando lo scontro frontale. Passati i primi dieci minuti, saliamo di livello e qualità, approfittando anche della stanchezza del MonteMorcino, che ha davvero dato tanto nei primi cinquanta minuti di gara. Dopo una sventola del Cassio, in due minuti passiamo due volte con la seconda rete personale di Jurgen Focaia Klinsmann e con Stefy Fazio che cesella la sua prestazione con un destro all’angolino basso. I due gol tagliano le gambe ai locali, che mantengono comunque alto il livello di concentrazione, complimenti per questo, ma la gara non subirà altre variazioni e terminerà con il sesto Clean Sheet di stagione.

Il commento tecnico della gara lo abbiamo anticipato, quindi non ci rimane che salutarvi…non senza mostrare la coscia del Capitano….che non la tira indietro mai….

IMG_2721

Credo si possa leggere, tra il rosso delle pieghe della sfera, anche un ‘Puoi Tripletere??’

Per finire veramente, la squadra ha fatto un salto al Luna Park, per salutarlo…

IMG_2724

Eh si, faceva pure freddo….

IMG_2727

Il Luna Park era per i bambini…non per i ‘Tremelloni’….Simone….

schema santa sabina